Babbo Natale cacciato da una scuola materna

I genitori dei bambini i cui figli non appartengono a un credo non cristiano hanno chiesto alla scuola di annullare il tradizionale incontro con Babbo Natale

Babbo Natale non è molto gradito nella scuola materna di Bagno a Ripoli, a sud di Firenze.

I genitori dei bambini di tre sezioni dell’istituto “Bruno Cocchi” si sono opposti alla presenza a scuola di Babbo Natale perché i piccoli appartengono a un credo non cristiano e Santa Claus è una figura religiosa a pieno titolo: l’origine della tradizione di Babbo Natale affonda nel cristianesimo, ispirato dalla figura del vescovo cristiano san Nicola di Mira, per poi passare nel folklore di Paesi Bassi, Belgio e Lussemburgo, fino alle rappresentazioni moderne di ispirazione anglosassone.

Il preside e i docenti della “Bruno Cocchi” hanno decido quindi di rinunciare al tradizionale incontro con i bambini prima delle vacanze di Natale e di “sfrattare” l’anziano vegliardo e il suo corredo di regali e slitte.

Vogliamo evitare problemi, ogni scuola è autonoma e decide in libertà”, dice il preside Marco Panti, che però si dice pronto a cambiare idea qualora i genitori degli altri bambini protestassero perché “delusi” dall’assenza a scuola di Babbo Nat

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Pakistan, studentesse boicottano la scuola intitolata a Malala Yousafzai

Next Article

Aspettando il concorsone, Corriereuniv prepara la diretta

Related Posts
Leggi di più

TikTok fa scuola: 50 milioni per supportare contenuti di apprendimento

SCUOLA TikTok fa scuola: dalla fisica con il basket alle spiegazioni sulla spigola gigante, 50 milioni per supportare contenuti di apprendimento TikTok fa scuola: dalla fisica con il basket alle spiegazioni sulla spigola gigante, 50 milioni per supportare contenuti di apprendimento La piattaforma ha annunciato la costituzione di un Creative Learning Fund e lanciato l'hashtag #LearnOnTikTok. L'obiettivo è fornire risorse agli studenti introducendo gli insegnanti al social