Atenei, la beffa delle due iscrizioni

due iscrizioni

Test d’ingresso e graduatoria nazionale – L’esordio della graduatoria nazionale, molto di scussa dagli studenti, potrebbe portare problemi anche per l’iscrizione all’Università.

La pubblicazione della graduatoria, infatti, potrebbe arrivare tardi e molti studenti, mentre aspettano di sapere se hanno ottenuto uno dei posti disponibili, dovranno iscriversi a un’altra facoltà per assicurarsi di non perdere l’anno.

Alcuni Atenei hanno già preso delle contromisure: in caso di doppia iscrizione la Statale e La bicocca di Milano hanno deciso per il rimborso totale delle tasse di uno dei due corsi, mentre l’Alma Mater, a Bologna, terrà solo l’importo della marca da bollo ( e le tasse regionali per quegli studenti che si iscriveranno a Università fuori dell’Emilia Romagna).

https://rassegnastampa.unipi.it/rassegna/archivio/2013/09/20MI25024.PDF

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Concorsi truccati, la nota di Link: "Basta baronato all'Università"

Next Article

Concorso truccato alla Sapienza: "E' una realtà strutturata. Basta commissioni locali"

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.