Artisti e studenti, in palio 42 mila euro dal premio internazionale Arte Laguna

C’è tempo fino al 16 novembre 2016 per concorrere all’XI Premio internazionale Arte Laguna che ha sede a Venezia.
Il Premio è un concorso d’arte internazionale a tema libero finalizzato a valorizzare l’arte contemporanea. Il concorso si distingue nel panorama artistico globale per la crescente varietà delle partnership e delle opportunità offerte agli artisti, ed è riconosciuto in tutto il mondo come un vero e proprio trampolino di lancio per la carriera degli artisti.
Una giuria internazionale selezionerà 125 artisti finalisti per:
– 6 premi in denaro di € 42.000
– importante Mostra all’Arsenale di Venezia
– 5 mostre in Gallerie d’Arte internazionali
– 5 collaborazioni con Aziende
– 9 Residenze d’Arte
– 3 Festival internazionali
– pubblicazione del catalogo
Quest’anno è inoltre possibile iscriversi separatemente ai Premi Business for Art:
Deglupta: € 5.000 e design per una nuova collezione di borse e accessori
Rima Sofa & Beds: € 5.000 e creazione di video promozionali, immagini per campagne pubblicitarie e design per le sedute d’arredo
Papillover Art Collection: € 1.000 e nuovi design per un’edizione limitata di papillon
Eurosystem: € 5.000 e creazione di un video che valorizzi il rapporto arte-tecnologia
Biafarin: 10 Gold Membership Packages e premio di US$ 4.000 per 4 artisti (US$ 1.000 ciascuno)
Per ulteriori informazioni ed il bando:
tel. +39 041 5937242 [email protected] www.premioartelaguna.it

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Medicina Veterinaria: ecco i risultati

Next Article

Arte e creatività: all'estero con la Fondazione Pini

Related Posts
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.