Arte e creatività: all'estero con la Fondazione Pini

La Fondazione Adolfo Pini di Milano mette a disposizione cinque borse di studio per giovani studenti e ricercatori nei settori dell’arte e della creatività per lo svolgimento di un percorso di formazione o ricerca all’estero.
Il bando di concorso è consultabile all’indirizzo www.fondazionepini.it e la scadenza per partecipare è fissata al 30 settembre 2016.
Il progetto, a cura di Dalia Gallico, rientra nell’ambito della missione della Fondazione a sostegno e valorizzazione dei giovani talenti nelle diverse discipline culturali.
Più nel dettaglio, il bando è rivolto a studenti, dottorandi o ricercatori delle scuole milanesi d’arte o di altri centri di competenza, che svolgano attività di alta formazione, per l’effettuazione di un periodo di studio o ricerca da realizzarsi presso centri internazionali specializzati. Le borse di studio, del valore di 3.000 euro per l’effettuazione di un periodo di stage di almeno due settimane (4.000 per un periodo massimo di un mese), saranno erogate per un periodo di formazione/ricerca all’estero da concludersi entro il 28 febbraio 2017.
“Oggi più che mai Milano ha ritrovato la propria anima internazionale, ritornando ad essere un punto di riferimento primario per i diversi settori della creatività. Per questo motivo – dichiara Dalia Gallico curatore del progetto e membro CdA della Fondazione Pini – riteniamo importante poter offrire ai nostri giovani la possibilità di confrontarsi con il sistema culturale internazionale generando uno scambio reciproco di idee, di esperienze e best practise nei settori dell’arte e della creatività, da Milano verso il mondo e viceversa.”

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Artisti e studenti, in palio 42 mila euro dal premio internazionale Arte Laguna

Next Article

La rassegna stampa di lunedì 12 settembre

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.