Arte al femminile, la cultura è donna

bea_mimosa.JPGOggi, Festa della Donna, la femminilità pervade ogni ambito della società e tutto di tinge di giallo, il colore delle mimose che in questo giorno si è soliti regalare alle donne.
Anche l’arte e la cultura vogliono celebrare l’8 marzo, festa originariamente legata alle lotte femministe contro i soprusi subiti dalle donne nel corso dei secoli: il Ministero dei Beni Culturali ha istituito, infatti, “La donna nell’Arte”, un’iniziativa che raccoglie tutte le opere di arte e cultura che nel tempo hanno voluto celebrare la femminilità.
La Donna e l’Arte è un connubio che ha ispirato generazioni di pittori, musicisti e scrittori, a cominciare dalla personificazione per eccellenza dell’arte, la Musa, che in tempi antichi (ma anche moderni) aveva la funzione di “soffiare” l’ispirazione nella mente dell’artista. Non solo uomini però: molte volte sono state le donne stesse a creare opere di straordinaria bellezza superando pregiudizi e ostacoli sociali.
“La donna nell’arte” prevede un ricco programma gratuito di concerti, mostre, laboratori, dibattiti, proiezioni e qualsiasi evento in grado di rappresentare l’arte al femminile nello spazio e nel tempo. Tutti i luoghi d’arte statali, come musei, monumenti, biblioteche e siti archeologici saranno aperti alle donne gratuitamente.
Per comunicazioni e informazioni si può scrivere all’indirizzo [email protected]

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il lavoro come passione:parola di donna

Next Article

Udine, prima inaugurazione in rosa

Related Posts