Udine, prima inaugurazione in rosa

udinelogorosa.gifL’anno scorso la cerimonia d’apertura si era tenuta a metà gennaio, il rettore era Furio Honsell ed era intervenuto anche l’allora titolare del Miur Fabio Mussi. Domattina, invece, proprio dopo l’8 marzo l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università degli Studi di Udine spetterà per la prima volta a una donna: il rettore Cristiana Compagno. Un momento importante per l’ateneo che entra nel suo trentunesimo anno. Fino a qualche mese fa anche l’ospite d’onore doveva essere una donna: la presenza del ministro Mariastella Gelmini sembrava certa. Purtroppo, però, non potrà essere presente per ragioni d’agenda. Peccato.
Ad ogni modo la porta dell’ateneo friulano è sempre aperta e non mancherà occasione per organizzare una visita del ministro quanto prima, quando i molteplici impegni politico-istituzionali lo consentiranno. All’apertura dell’anno accademico di domani, però, non mancheranno personalità di spicco: ci sarà l’ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede, Antonio Zanardi Landi, e il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Renzo Tondo.
Il rettore Compagno nella relazione di apertura traccerà bilancio il dell’anno accademico trascorso e indicherà obiettivi e prospettive dell’ateneo friulano. Seguiranno gli interventi del presidente del Consiglio degli studenti, Giovanni Benedetti, e del rappresentante del personale tecnico-amministrativo, Carla Bressani.
La prolusione, affidata ogni anno a rotazione alle dieci facoltà d’Ateneo, toccherà quest’anno alla facoltà di Medicina e chirurgia. Massimo Bazzocchi, docente di Diagnostica per immagini e radioterapia, parlerà de “L’immagine del corpo umano nel XXI secolo: da Roentgen all’imaging molecolare”.
Spazio, quindi, all’intermezzo audiovisivo, cui seguirà la consegna dei riconoscimenti al personale collocato in quiescenza. A chiusura della cerimonia, gli interventi del presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Tondo, e dell’ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede Zanardi Landi. Seguirà il tradizionale canto del Gaudeamus.
L’ateneo in cifre. L’Università di Udine è stata attivata nel 1978. Oggi gli studenti iscritti sono circa 17 mila. Conta 10 facoltà e una Scuola Superiore, una ventina di master, 31 Scuole di specializzazione, 28 dipartimenti e 20 corsi di dottorato di ricerca. Inoltre, l’impegno nel campo della ricerca, di base e applicata, è testimoniato da diverse strutture ad alta specializzazione come l’Azienda agraria universitaria, l’Azienda ospedaliero-universitaria, i consorzi Friuli Formazione e Cirmont e Friuli Innovazione – Centro di ricerca e di trasferimento tecnologico, che dal 2004 gestisce il Parco scientifico e tecnologico di Udine.

Manuel Massimo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Arte al femminile, la cultura è donna

Next Article

Roma Tre, giuristi made in Usa

Related Posts
Leggi di più

Intervista alla senatrice Elena Cattaneo: “Denunciare ogni condotta che tradisce l’etica e la dignità accademica”

"Mi rendo conto che può non essere facile, ma finché non scatterà in ognuno di noi la molla per contribuire al cambiamento, ne usciremo tutti sconfitti, compreso chi penserà di averla fatta franca, di aver vinto", afferma la senatrice e prof.ssa ordinaria di Farmacologia all'Università degli Studi di Milano, che racconta un suo episodio personale