Annunci di lavoro truffa, l’inchiesta di CorriereUniv

annuncio_di_lavoro1

Vuoi lavorare per tre mesi ad Ibiza in un fantastico resort con turni flessibili e paga soddisfacente? Non esitare a contattarci: ti selezioneremo per un periodo di prova prima di inviarti direttamente sul posto. Offriamo vitto e alloggio gratuito, oltre ai 690 euro mensili. Le mance, poi, sono da dividere per tutti. Puoi effettuare la richiesta del NIE  (Numero di Identificazione Stranieri) personalmente oppure attraverso noi (mezzo agenzia). Puoi anche richiederlo al tuo arrivo ad Ibiza, però in tal caso il viaggio sarà a spese tue (non potremmo scaricarlo dalle tasse, quindi sarà a tuo carico). Per qualsiasi problema non esitare a contattarci!”.

In tempo di crisi, si sa, sono tanti i ragazzi in cerca di lavoro. Nella rete, però, sempre più spesso ci si imbatte in annunci di lavoro truffa. Retribuzioni alle stelle, posti di lavoro fantastici, turni flessibili e possibilità di carriera illimitate. Sono questi gli elementi che attirano l’attenzione dei navigatori.

Ci sono casi in cui, poi, si arriva quasi a sfiorare la truffa. Sono tanti i lettori che ci hanno segnalato anomalie sospette riguardo determinati annunci di lavoro. Le cose non quadrano: i pagamenti alle associazioni prima di cominciare il lavoro effettivo sanno tanto di presa in giro, così come  versamenti su conti correnti di agenzie fantasma.

Come Corriere dell’Università Job andremo fino in fondo alla questione, senza lasciare nulla di intentato, segnalando alle autorità di dovere tutto quanto appare sospetto o irregolare. Continuate a mandarci le vostre storie, ne terremo conto in vista della pubblicazione dell’inchiesta speciale sugli annunci truffa sul prossimo numero del Corriere dell’Università Job.

Raffaele Nappi

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

"Problemi tecnici": niente stipendi ai professori. La risposta del Ministero

Next Article

Coca Cola Cup: il torneo degli studenti

Related Posts
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.