Alternanza, blitz notturno degli studenti davanti il Ministero dell'Istruzione

Blitz degli studenti in Viale Trastevere per lanciare un Referendum in sostegno ad una Carta dei diritti e doveri degli studenti in Alternanza scuola-alvoro alternativa a quella del Miur. “Il 16 Dicembre è l’ultimo momento in cui questo Ministero può accogliere le tante proteste che hanno animato gli studenti di questo paese dalle piazze del 13 ottobre passando per il 17 novembre – dichiara Gianmarco Manfreda, coordinatore nazionale Rete degli Studenti Medi -. La risposta che deve emergere è inequivocabile: l’Alternanza scuola lavoro è e deve essere una metodologia didattica alternativa, ogni ambiguità che alimenta una confusione sulla sua natura, sulla possibilità che diventi lavoro (a costo zero per le imprese) deve essere eliminata, a partire da una revisione completa delle Linee Guida e dal l’eliminazione di sgravi fiscali legati a questa esperienza.”
Continua Manfreda: “Lanciato un Referendum Studentesco in sostegno alla nostra Controcarta dei diritti delle studentesse e degli studenti in Alternanza per far emergere le risposte degli studenti a quella che il Ministero presenterà agli stati generali dell’Alternanza sabato 16 dicembre. Il testo del Miur è insufficiente: vogliamo che si definiscano criteri perché un soggetto possa diventare ospitante dei percorsi di alternanza, vogliamo tutor interni ed esterni realmente competenti e vogliamo essere parte attiva nella coprogettazione dei percorsi.”

 
 
Conclude Manfreda: “Il 15 dicembre nelle scuole, nelle piazze e nelle città daremo un chiaro segnale di sostegno ad un modello di Alternanza che sia a misura di studente perché vogliamo contare sui nostri diritti”. Il referendum e le controproposte sugli stati generali dell’alternanza saranno presentate dalla Rete venerdì 15 alle 14.30 alla Camera dei Deputati. 
Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scuola, dal 2019 prof in pensione a 67 anni o 43 di contributi

Next Article

Università di Bergamo, due borse di studio da 1.500 euro per Management turistico

Related Posts
Leggi di più

Concorso scuola, docenti chiedono di riaprire le domande

Iscrizioni sono state chiuse il 31 luglio 2020. Altri candidati hanno acquisito il requisito di partecipazione, altri chiedono di modificare la regione dato che la scelta era stata avanzata sulla base di una eventuale prova preselettiva adesso eliminata
Leggi di più

Scuola, l’organico Covid prorogato fino a giugno

Soddisfatti i rappresentanti dei lavoratori e i dirigenti scolastici. Il personale inserito tra settembre e inizio ottobre nelle classi per dare un aiuto concreto ai docenti curriculari, potrà continuare a lavorare fino alla fine dell’anno