Airc, nuovo spot firmato Ozpetek

spotairc.jpg“Il futuro della ricerca è la forza di un sorriso”. Un gruppo di bambini creano insieme un collage, proprio come un’équipe di ricercatori porta avanti un progetto complesso e laborioso. L’Airc (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) ha affidato per il secondo anno consecutivo la realizzazione del proprio spot istituzionale al regista Ferzan Ozpetek, con una protagonista d’eccezione: Valeria Golino.
La scelta del soggetto non è stata casuale, come ha spiegato Ozpetek nel corso della presentazione alla Casa del Cinema di Roma: “I bambini sono il nostro futuro, il nostro domani: anche quando non sono coinvolti direttamente da questo male sono quelli che ne soffrono di più, perché non riescono a capire. Siamo tutti uniti dall’esperienza del cancro, che ci rende uguali. Ma questo male non va nascosto: dobbiamo guardarlo negli occhi per sconfiggerlo”.
Lo spot, che per le prossime due settimane sarà in programmazione nelle 525 sale cinematografiche del circuito Opus Proclama, vuole ricordare l’impegno dei ricercatori Airc e dei tanti volontari per “far nascere un sorriso e una speranza in un futuro libero dal cancro”.
Valeria Golino, che nel filmato simboleggia l’associazione rassicurante e protettiva, è protagonista di uno scambio di sguardi con una bimba timida e ritrosa, capace però di dare il tocco finale al lavoro degli altri compagni: un sorriso. L’attrice, che notoriamente non fa pubblicità, ha aderito con entusiasmo a questo progetto: “Direi di no a promuovere la vendita di un prodotto, ma qui non si sta vendendo niente: stiamo cercando aiuto, cioè reperimento di fondi per la ricerca. Conoscevo già l’Airc e volevo assolutamente dare una mano”.
Il giovane ricercatore Francesco Fazi, a capo di una Start Up Airc, ha molto apprezzato la realizzazione del filmato: “Questo spot riflette tantissimo lo spirito di équipe che c’è in Airc, la commistione di tutte le varie sfaccettature cliniche/molecolari per bypassare l’evento tumorale. Il progetto specifico che sto portando avanti riguarda le leucemie: l’associazione rappresenta un punto di riferimento tecnologicamente avanzato che ci dà un grosso aiuto nell’affrontare le ricerche ed essere competitivi sul piano internazionale”.

Manuel Massimo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Pisa e Telecompuntano sulla conoscenza

Next Article

I traduttori dell’UE arrivano dalla scuola

Related Posts
Leggi di più

Regalo di Natale al ministro Valditara: 500mila euro in più per il suo staff grazie ai tagli alla didattica

Un emendamento presentato dall'ex sottosegretario Rossano Sasso stanzia ulteriori 480mila euro per consulenti e collaboratori del Ministero dell'Istruzione. Soldi che verranno prelevati dal fondo per la didattica previsto dalla legge sulla Buona Scuola del 2015. Le opposizioni gridano allo scandalo ma da Viale Trastevere provano a gettare acqua sul fuoco: "Spese in linea con gli anni precedenti".