Agenzia dei medicinali, all’ombra del Big Ben

 Schermata 2013-05-24 a 11.33.07

La laurea, insieme all’ottima conoscenza dell’inglese e di un’altra lingua europea per il Trainee programme

Partire per Londra per vivere un’esperienza di stage altamente professionalizzante. Se l’idea vi stuzzica la fantasia tenete d’occhio il Trainee programme dell’Agenzia Europea dei Medicinali.

C’è tempo fino al 15 giugno per inviare la propria domanda. In palio tiricini di minimo sei e massimo nove mesi con retribuzione pari a 1350 sterline al mese e rimborso delle spese di viaggio.

Ma chi può candidarsi? È necessario essere laureati in medicina, chimica, farmacia, assistenza sanitaria, scienze della vita e tecnologie dell’informazione. Porte aperte anche per laureati in  giurisprudenza con interesse per il settore farmaceutico.

Altro requisito indipensabile è la padronanza dell’inglese e di un’altra delle lingue ufficiali dell’unione europea.

Ogni anno l’Agenzia riceve circa 1400 domande, accogliendo le richieste di una quarantina di candidati.

Potresti essere uno dei fortunati, vale la pena provarci:

www.emea.europa.eu/ema/index.jsp?curl=pages/about_us/general/general_content_000321.jsp&mid=WC0b01ac0580029405

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

A 18 anni inventa il sistema per ricaricare il cellulare in 30 secondi!

Next Article

I bambini che vedono per la prima volta un uomo bianco

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.