Addio Linus: il fumetto più letto in Italia chiude i battenti

E’ stata forse il fumetto più letto in Italia, e uno dei più diffusi al mondo. Ha fatto conoscere agli italiani i supereroi Marvel, i Fantastici 4 e Valentina. Ha ospitato le matite più creative, Guido Crepax, Vauro, Altan.

linus

Linus, però, chiude i battenti. Le difficoltà economiche della Baldini e Castoldi, società editrice del fumetto, sono troppo grandi per permetterne ancora la pubblicazione. La volontà, comunque, è quella di continuare nell’esperienza di Linus, magari recuperando i numeri persi. Ma fa riflettere il fatto che uno dei fumetti più letti e diffusi in Italia sia costretto a serrare le porte. Forse qualcuno è troppo preso da gossip e politica per immergersi nel mondo del fumetto. Mettendo da parte vani commenti, ecco il comunicato ufficiale apparso sul sito della casa editrice:

“Cari Lettori,
con un pesante ma giustificato ritardo eccoci a comunicarvi lo stato dell’arte. Linus si è temporaneamente fermato per una serie di problemi gravi e di complicata soluzione, riguardanti stampa e logistica e conseguenti a un difficile momento della società editrice.
Avremmo atteso più volentieri il momento della soluzione definitiva delle questioni ancora sospese, ma alcune inopportune e mal suggerite sciocchezze uscite sui quotidiani dei giorni scorsi ci convincono a intervenire per fare chiarezza.
La volontà dell’editore è senz’altro quella di proseguire la pubblicazione di Linus, come ovvio permettendo agli abbonati di recuperare i numeri persi, ma perché la volontà si trasformi in qualcosa di più concreto, e quindi nelle prossime uscite del mensile, mancano ancora alcuni passaggi che speriamo di potervi comunicare al più presto.
Intanto vi ringraziamo dei moltissimi messaggi di solidarietà e degli incitamenti ricevuti, faremo del nostro meglio per essere all’altezza”.

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Carrozza: "La scuola è il pilastro del Paese"

Next Article

Stati generali della conoscenza, maxiraduno il 1° giugno a Roma

Related Posts
Leggi di più

Giro di vite sui baby influencer: certificazione per accedere ai social e stop alla gestione dei profitti da parte dei genitori

Il Tavolo tecnico sulla tutela dei diritti dei minori nel contesto dei social network sta preparando un documento da presentare alla ministra Cartabia per cercare di dotare di nuove regole la "giungla" che riguarda i minori in rete. L'esempio da seguire è quello della Francia che ha approvato da poco tempo una legge ad hoc.
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".