Abusa di una donna adescata con annuncio lavoro, arrestato

Schermata 2013-01-17 a 13.08.50

Da Bassano del Grappa, dove viveva, aveva deciso di venire a Roma con la speranza di trovare un lavoro.

E, invece, per una donna di 30 anni, originaria del Gambia, quell’annuncio trovato su un sito internet, in cui le si offrivano 6000 euro all’anno per fare la badante, si e’ trasformato in un vero e proprio incubo. Per fortuna interrotto dalla polizia che ha arrestato un italiano di 50 anni.

La donna, giunta ieri a Roma con il treno, ha incontrato l’autore del finto annuncio in via La Rustica. L’uomo, che le aveva dato appuntamento via sms, l’ha invitata a seguirlo a casa sua, poco distante dal luogo dell’incontro. Una volta arrivati a destinazione, l’uomo ha manifestato la vera intenzione e, portata a forza la donna in camera da letto, l’ha obbligata a un rapporto sessuale.

Poi e’ andato via, lasciando la vittima sola e in lacrime.

La donna, grazie all’aiuto di alcuni cittadini che hanno chiamato il 113, ha potuto raccontare agli agenti la sua disavventura e poi e’ stata accompagnata in ospedale per accertamenti.

Agli agenti del Reparto Volanti e del Commissariato Prenestino e’ bastato poco per individuare e bloccare l’aggressore a Marino.

Nell’abitazione dove e’ avvenuta la violenza e dove l’uomo viveva come affittuario da qualche mese, i poliziotti hanno trovato e sequestrato materiale pornografico, sia cartaceo che video, e un pc computer dove erano in evidenza altri scritti con allettanti annunci di offerte di lavoro.

Lo stupratore aveva gia’ qualche precedente, per lui e’ subito scattato l’arresto per violenza sessuale.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

"Gerard Depardieu è morto" o almeno lo è per i francesi

Next Article

Parkinson: terapie a base di dopamina aumentano creatività

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.