Parkinson: terapie a base di dopamina aumentano creatività

Schermata 2013-01-17 a 13.21.26I trattamenti per il Parkinson, che mirano ad aumentare il rilascio della dopamina, potrebbero innescare la creativita’.

La ricerca della Tel Aviv University e’ stata pubblicata sulla rivista ‘Beahavioral Neuroscience’.

Anche se le terapie dopaminiche servono a combattere principalmente i sintomi motori della patologia, e’ sull’effetto che hanno sul sistema di ricompensa del cervello che si sono concentrati i ricercatori.

Secondo gli scienziati, infatti, sarebbero i cambiamenti indotti dai farmaci su questa funzione cerebrale a determinare l’aumento della creativita’.

Secondo gli scienziati, e’ possibile che i pazienti tendano a esprimere i loro talenti latenti in seguito alle cure, perche’ le terapie che inducono il rilascio di dopamina provocano anche una perdita del controllo degli impulsi, effetto che qualche volta si traduce in un comportamento eccessivamente rischioso oppure ossessivo.

L’incremento della creativita’ artistica potrebbe essere legato alla perdita delle inibizioni. Qualche paziente ha infatti riportato una connessione fra la sua sensibilita’ artistica e le dosi dei farmaci, notando che si sentiva piu’ creativo quanto maggiore era la dose.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Abusa di una donna adescata con annuncio lavoro, arrestato

Next Article

I ragazzi del 2020? Saranno la generazione migliore

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.