A scuola con mezzi pubblici, a Messina dimezzati costi abbonamenti studenti e lavoratori

A Messina il Comune promuove la mobilità sostenibile: a scuola e al lavoro con trasporto pubblico. Giù del 50% il costo dell’abbonamento per studenti e lavoratori.
“Abbiamo visitato tutte le scuole superiori cercando di motivare gli studenti all’uso del mezzo pubblico cogliendo le criticità e le richieste manifestate dal mondo scolastico – spiega l’assessore Trimarchi. I dati raccolti sono stati utilizzati ai fini dell’attuazione del progetto per il quale il Ministero ha stanziato dei fondi statali in favore di chi usa il mezzo pubblico, studenti ma anche lavoratori, abbattendo del 50% il costo dell’abbonamento. Abbiamo infine concordato con l’Azienda Trasporti una serie di incontri con gli studenti degli ultimi anni in procinto di affacciarsi al mondo del lavoro per educarli a questa nuova gestione della mobilità urbana”.
Il Comune inoltre, si legge su Strettoweb, intende acquistare 70 biciclette e metterle a disposizione dei lavoratori/studenti maggiorenni, che potranno riceverle in prova gratuita per un periodo di tempo di durata fissata. L’intento della Giunta è anche quello di creare maggiori condizioni di sicurezza nei pressi delle scuole, considerato che così facendo si evitano gli ingorghi automobilistici vicino agli istituti scolastici. Con lo stesso obiettivo si attueranno interventi di moderazione del traffico proprio nelle zone dove sono concentrate le scuole.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Materie maturità 2020: lista completa e news in diretta

Next Article

Apple ha violato quattro brevetti: condannata a risarcire 837 milioni di dollari a un’università della California

Related Posts
Leggi di più

Seggi elettorali, Cittadinanzattiva: “L’88% ancora nelle aule. E la maggior parte dei comuni non vuole spostarli”. L’appello

Le amministrazioni che hanno deciso di continuare a votare nelle scuole lo fanno per diversi motivi. In primis, la mancanza di luoghi pubblici o privati aventi le caratteristiche richieste. Cioè: senza barriere architettoniche, con servizi igienici e spazi per alloggiare le forze dell'ordine e in prossimità dell’elettorato resident