50 opportunità nell’acqua a Verona e Trento

Assistenti bagnanti a raccolta nel nord: la società Security, operante nel settore dei servizi per le aziende di fitness e nei servizi per la balneazione e termali, ha avviato una vasta campagna di reclutamento per assumere personale da inserire negli stabilimenti balneari e nei parchi acquatici presenti nelle province di Verona e Trento. Le figure ricercate sono 50 e il requisito minimo per essere assunti è il possesso del brevetto di assistente bagnanti o bagnino di salvataggio; costituiranno poi carattere preferenziale ulteriori qualifiche come patenti nautiche e brevetti di primo soccorso avanzato o di sommozzatore.
Le sedi lavorative nello specifico saranno Peschiera, Lazise e Caldonazzo; il periodo lavorativo varia a seconda della località di riferimento, il lavoro copre comunque tutta l’estate fino ai primi di settembre. Per maggiori dettagli e candidature occorre consultare il sito internet www.blue-one.it nella sezione “lavora con noi”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Stage nella contabilità con CGT Cat

Next Article

Campagna assunzioni in Autogrill

Related Posts
Leggi di più

Facebook, in Europa 10mila posti lavoro in 5 anni

. "La regione sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l'accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche", spiegano Nick Clegg, Vice Presidente Global Affairs del colosso di Menlo Park
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.