Laurea si o laurea no? I lavori accessibili senza formazione universitaria

Oggigiorno possedere una laurea o una formazione universitaria da inserire nel proprio CV sta diventando un must per l’accesso al mondo del lavoro, ed in particolar modo questa credenza si espande ancor di più se parliamo di lavori ben retribuiti.
Non tutte le professioni richiedono un titolo di studio elevato.
Esistono tanti impieghi per chi non ha una laurea. I datori di lavoro che offrono questi posti spesso vogliono che i propri dipendenti continuino a imparare e a crescere professionalmente, infatti mettono a disposizione finanziamenti e tempo per frequentare corsi di aggiornamento.
Elenchiamo di seguito lavori per i quali non serve possedere una laurea ma sono ugualmente ben remunerati. Iniziamo con i lavori artigiani e con i liberi professionisti che esercitano attività manuali.
Ruspista. Saper maneggiare escavatori e gru è sicuramente un lavoro molto faticoso, ma a livello economico ne vale la pena.
Muratore. In passato chi diceva di fare il muratore era guardato quasi con pena perché significava essere davvero poveri. Oggi non è così: i muratori guadagnano tantissimo, sono richiestissimi. E anche per questo non occorre di certo la laurea, solo tanta esperienza.
Pilota commerciale. Il pilota commerciale è colui che comanda gli aerei civili. Gli stipendi sono altissimi, anche in considerazione della grande responsabilità che i piloti hanno. Per diventare pilota occorre la licenza aeronautica, che in Italia però è molto costosa da ottenere (circa 60-80 mila euro).
Elettricista. Quasi 50 mila dollari di stipendio annuale, quella dell’elettricista è una figura richiestissima, anche perché non se ne trovano tanti.
Imbianchino. Nei prossimi dieci anni si prevede un incremento della richiesta di imbianchini pari al 35%.
Idraulico. Chi di noi non ha mai cercato un idraulico? Un mestiere che non morirà mai è proprio questo. E non occorre la laurea!
Ispettore di cantiere. Il compito di chi svolge questo mestiere è controllare che all’interno dei cantieri venga svolto tutto con le giuste norme di sicurezza. Per diventare ispettore di cantiere occorre solo tanta esperienza.
Agente assicurativo. Nei prossimi dieci anni, è previsto il 20% di crescita nella richiesta di agenti assicurativi. E’ necessario il diploma e al massimo un corso di formazione. Indispensabile però avere ottime capacità di persuasione.
Tecnico pc. Visto il largo utilizzo della tecnologia, a essere richiesti non sono solo gli ingegneri e i programmatori, ma anche i tecnici e gli installatori dei computer. Per svolgere questo mestiere è necessario fare un semplice corso.
Agente di commercio. Una figura molto richiesta è quella dell’agente di commercio; benché occorra possedere solo il diploma, sono necessarie delle qualità che non tutti possiedono: faccia tosta in primis, e poi a seguire una bella parlantina.
Broker. Superata l’abilitazione che non richiede la laurea, il broker può guadagnare diverse migliaia di euro per singola transazione portata a compimento.
Copywriter, SEO, surfer e webmaster. Sono tutte professioni emergenti e non richiedono il possesso di una laurea.
Ovviamente il messaggio non è “la laurea è inutile”, anzi siamo sostenitori della tesi opposta. Semplicemente bisogna laurearsi perché fa parte di ciò che vogliamo e non per via di condizionamenti esterni.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Vacanza quanto mi costi?

Next Article

La rassegna stampa di mercoledì 22 marzo

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.