Un’enorme iguana a villa Borghese.

Poche ore fa a Villa Borghese, è stato ritrovato un esemplare d’iguana adulto. Abbandonato su una panchina all’interno del famoso parco romano, l’animale è stato ritrovato stamattina dal personale del Nucleo della Polizia. L’iguana si trovava all’interno di una scatola che aveva destato sospetto tra i passanti del pacco. In molti si erano avvicinati per controllarne il contenuto. Con grande sorpresa all’interno della scatola era rinchiuso l’esemplare, lungo circa un metro e mezzo.
Il contenitore presentava diversi fori per far respirare l’animale, chiaro indizio di un premeditato abbandono.

Immediatamente è stato allertato il personale del Servizio CITES Centrale dell’Ispettorato Generale del Corpo forestale dello Stato che ha provveduto al recupero dell’animale, in evidente stato di stress. L’iguana è tutelata dalla Convenzione di Washington sul commercio delle specie di flora e fauna minacciate di estinzione, ma è comunque commerciabile se provvista di un’idonea certificazione.
Sono state quindi avviate le indagini per risalire al responsabile del reato, che rischia una denuncia penale per maltrattamento e abbandono di animali esotici.

Nelle ultime tre settimane il Corpo forestale è intervenuto in tre diversi casi di ritrovamento di animali esotici pericolosi. Basti pensare al sequestro del pitone reale ”a spasso” per le strade del quartiere Prenestino o alle due tartarughe azzannatrici rinvenute nel Lazio.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Orientasud 2012 “Il Salone delle Opportunità”

Next Article

Ashton Kutcher beccato con l'ennesima top model

Related Posts
Leggi di più

Giro di vite sui baby influencer: certificazione per accedere ai social e stop alla gestione dei profitti da parte dei genitori

Il Tavolo tecnico sulla tutela dei diritti dei minori nel contesto dei social network sta preparando un documento da presentare alla ministra Cartabia per cercare di dotare di nuove regole la "giungla" che riguarda i minori in rete. L'esempio da seguire è quello della Francia che ha approvato da poco tempo una legge ad hoc.
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".