Il 23 e 24 Aprile, sbarca a Napoli la Nasa International Space App Challenge

Il 23 e 24 Aprile, sbarca a Napoli la Nasa International Space App Challange, la hackaton internazionale aperta a tutti per progettare soluzioni innovative sfruttando la tecnologia spaziale e le sue applicazioni terrestri.
Si inizierà nella mattinata di sabato 23, con la registrazione dei partecipanti, la presentazione delle sfide e la formazione dei team. Gli iscritti potranno lavorare ai loro progetti fino alle 18 di domenica. Napoli sarà una delle oltre 160 città in tutto il mondo a ospitare l’International Space Apps Challenge, l’evento promosso dalla NASA dedicato e aperto a tutti gli appassionati di Spazio.
Quest’anno, nell’edizione napoletana di #SpaceApps ci sono due importanti novità: anzitutto i premi in denaro messi a disposizione dal Consolato degli Stati Uniti per il Sud Italia, sponsor dell’evento, per i team vincitori dell’hackaton. I due team vincitori,inoltre, saranno nominati per la premiazione globale: la NASA selezionerà i vincitori in ciascuna delle cinque categorie finaliste – Best Use of Data, Best Use of Hardware, Best Mission Concept, Galactic Impact and Most Inspirational. Traguardo che ha raggiunto proprio l’attuale coordinatore di #SpaceApps a Napoli, Chandrakanta Ojha. Il giovane ricercatore indiano che studia e lavora al CNR IREA ha infatti vinto l’edizione di Space Apps 2013 a Roma: il suo progetto si è classificato secondo tra i progetti mondiali valutati dalla NASA, vincendo così una visita al Kennedy Space Center.
La seconda novità è la partecipazione di Luca Parmitano, via Skype, alla presentazione dell’hackathon, che si terrà all’Università Federico II, nella sede di via Nuova Agnano 11 – Aula TA3, giovedì 21 Aprile alle 10,30. Oltre all’astronauta, alla presentazione interverranno Colombia Barrosse, Console Generale degli Stati Uniti per il Sud Italia, Piero Salatino, Presidente della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base dell’Università Federico II, e Riccardo Lanari, Direttore dell’Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente (IREA-CNR).
Appuntamento a Napoli, sognando lo spazio. Per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale dell’International Space App Challenge.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Faraone risponde alle critiche: "Sul concorsone solo fantasiose ricostruzioni. Stiamo facendo un lavoro enorme"

Next Article

La rassegna stampa di giovedì 21 aprile

Related Posts
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.