160 operatori telefonici tra Roma e Pescara

Sono libere fin da subito le 160 postazioni nei call center Job Phon. La società ricerca personale per le sedi di Roma, Pescara e Teramo. Per l’esattezza, si cercano 30 addetti al call center per la sede di Roma, 50 per quella di Pescara e ben 80 per Teramo.
L’azienda accoglie candidati di tutte le età: dai 18 ai 65 anni. Diplomati, neolaureati, casalinghe che vogliono rientare nel mondo del lavoro o coloro che sono alla ricerca di un secondo impiego.
Le caratteristiche essenziali sono la disponibilità immediata a cominciare, un carattere solare e comunicativo e l’orientamento al lavoro di squadra. Tutti i prescelti andranno a lavorare per in una realtà che gestisce commesse consumer e business nel settore delle telecomunicazioni e opereranno attraverso azioni di teleselling e telemarketing. Sono previsti contratto a progetto, retribuzione composta da un fisso mensile più incentivi in base al raggiungimento degli obiettivi.

I turni, invece, vengono scelti in base alla disponibilità del candidato stesso
; sono di 4 o 6 ore, dal lunedì al sabato distribuiti dalle 9 alle 21. Poi, sia il numero delle ore sia la presenza nella giornata del sabato è decisa in stretta relazione al progetto nella quale si viene inseriti dopo il periodo di formazione.
Gli interessati possono inviare il proprio curriculum all’indirizzo di posta elettronica [email protected]

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

9 dicembre, "Assedio" al Rettorato

Next Article

Stage BPS Roma-Settore Pubblico

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.