15.000 euro per laureati in discipline biomediche

L’Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri” ha messo a disposizione una borsa di studio riservata a giovani laureati in discipline biomediche che vogliono partecipare a dei progetti di ricerca di natura sperimentale o clinica. La borsa avrà la durata di 12 mesi e sarà finalizzata a dei progetti di ricerca rivolti all’individuazione di nuovi o più efficaci apporti terapeutici o diagnostici nei campi della nefrologia, ematologia, immunologia, sistema nervoso centrale, cardiovascolare e oncologia. Le attività si svolgeranno presso i laboratori di una delle tre sedi dell’Istituto: Milano, Bergamo, S. Maria Imbaro (Chieti).
La borsa ammonta a 15.000 euro annui, al lordo degli oneri fiscali, che verranno erogati in rate mensili posticipate. Sono ammessi al concorso i candidati laureati in medicina, scienze biologiche, farmacia, chimica e tecnologie farmaceutiche, chimica, veterinaria, biotecnologie e discipline affini, di età non superiore a 35 anni, nati o residenti nella regione Sicilia, aventi almeno un anno di esperienza nel campo della ricerca biomedica.
Il titolare della borsa di studio sarà obbligato a frequentare l’Istituto e al termine del periodo della borsa il dovrà presenterà all’Istituto ed alla Fondazione Musarra Onlus una particolareggiata relazione sull’attività di ricerca svolta. La domanda di partecipazione, redatta in carta semplice, dovrà essere indirizzata alla Fondazione Musarra Onlus, e inviata all’indirizzo via Messina 51, 98071 Capo d’Orlando (ME) entro il 31 Maggio 2008. L’inizio dell’attività di ricerca è prevista per il mese di settembre.

Total
0
Shares
1 comment
  1. …neanche 1100 euro al mese… che vergogna!! se avessi fatto il barista 5 anni fa prima di cominciare l’universita avrei guadagnato di piu e a quest’ora avevo già 5 anni di reddito con magari già 5 anni di mutuo pagato…

Lascia un commento
Previous Article

Hertz Italia cerca tirocinanti

Next Article

2.000 euro per tesi sull’alluminio

Related Posts
Leggi di più

Facebook, in Europa 10mila posti lavoro in 5 anni

. "La regione sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l'accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche", spiegano Nick Clegg, Vice Presidente Global Affairs del colosso di Menlo Park
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.