Borsa di studio in memoria di Giselda Caramella

Borsa di studio “Gisella Caramella” per dissertazioni sul tema della ricerca e delle problematiche della disabilità.

L’associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili sede di Pesaro e Urbino bandisce un concorso per l’assegnazione di n°1 borsa studio dell’importo di € 3.000,00 intitolata a Giselda Caramella impiegata e socia onoraria AMNIC della quale l’Associazione intende onorare la memoria.
La borsa di studio è riservata esclusivamente a giovani studenti disabili iscritti a Università della regione Marche nonché studenti disabili residenti nella regione Marche iscritti a Università Italiane.
La dissertazione inerente il percorso di laurea deve avere per oggetto: Ricerca e problematiche della disabilità.
La domanda, in carta semplice, dovrà essere consegnata direttamente con rilascio di ricevuta, o inviata a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, allAssociazione Mutilati e Invalidi Civili via Massimo DAzeglio n.3, 61100 Pesaro.Il bando di concorso è scaricabile dal sito ufficiale ANMIC: www.anmic.it. Per informazioni:Sede ANMIC – Via Massimo D’Azeglio, 3 61100 (PU).
Riferimenti: Tel. e Fax: 0721 67902. E-mail: [email protected]
Verranno prese in considerazione le domande che arriveranno entro le ore 12:00 di mercoledì 30 giugno 2010.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Antrocom premia le tesi in Antropologia

Next Article

Amministrativo per progetti finanziati

Related Posts
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.