10.000 di premio per la tua idea d'Europa

#ECYP2016 – Premio europeo Carlo Magno della gioventù: al via il concorso 2016
Se hai tra i 16 e i 30 anni e partecipi a un progetto che promuove l’idea di Europa fra i giovani, proponilo per la nona edizione del Premio europeo Carlo Magno della gioventù! I progetti premiati non ottengono solo un riconoscimento internazionale, ma anche un premio in denaro per finanziare le loro attività, che arriva a 10.000 euro.
Le candidature per l’edizione 2016 possono essere inviate fino al 25 gennaio 2016. Il Premio viene assegnato annualmente e congiuntamente dal Parlamento europeo e dalla Fondazione del Premio internazionale Carlo Magno di Aquisgrana.
Il Premio europeo Carlo Magno della gioventù ricompensa i giovani coinvolti in progetti che mirano a promuovere la comprensione tra i popoli di diversi Paesi europei, e intende favorire lo sviluppo di una coscienza europea tra le giovani generazioni.
Il Premio è assegnato a progetti concepiti da giovani tra i 16 e i 30 anni, che incoraggino la comprensione e promuovano lo sviluppo di un commune senso dell’identità europea, offrendo esempi concreti di vita nel contesto di una stessa comunità.
Tra i progetti selezionati nel corso delle precedenti edizioni, figurano programmi di scambio tra giovani, progetti artistici e progetti web di dimensione europea.
I tre migliori progetti (scelti tra 28 selezionati da giurie nazionali negli Stati membri) riceveranno rispettivamente 5.000, 3.000 e 2.000 euro. Come parte del premio, i rappresentanti dei progetti vincitori saranno invitati al Parlamento europeo a Bruxelles o a Strasburgo, in autunno.
I rappresentanti dei 28 progetti nazionali vincitori saranno invitati alla cerimonia di premiazione che si svolgerà il 3 maggio 2016 ad Aquisgrana.

Ecco il bando ufficiale del concorso

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di mercoledì 09 dicembre

Next Article

Napoli, crollo all'università Federico II. Il racconto degli studenti

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.