Viaggio ai confini dello spazio con i cosmologi della Scuola Normale di Pisa

Sono tutti giovani i componenti del team Cosmologi Group, che sta per intraprendere un viaggio nello spazio a 13miliardi di anni luce. L’obiettivo del progetto, che avrà la durata di almeno due anni, è quello di raccogliere informazioni e dati sul Big Bang e sul passaggio dal caos primordiale all’ordine dell’Universo. Finora con i telescopi a disposizione degli scienziati non era ancora stato possibile realizzare un’indagine così approfondita ai confini dell’Universo.

La realizzazione di questo viaggio nello spazio con i cosmologi della Scuola Normale di Pisa sarà possibile con l’utilizzo del telescopio James Webb Space Telescope, uno strumento rivoluzionario che permetterà di ottenere dati cruciali sui primordi dell’evoluzione delle galassie. Il telescopio, in grado di registrare immagini ad altissima risoluzione, sarà lanciato in orbita solare il prossimo 31 ottobre dalla Guiana Francese. Il lancio sarà effettuato grazie alla collaborazione delle agenzie spaziali statunitense (NASA) ed europea (ESA), che hanno deciso insieme di promuovere questa ricerca.

Il progetto che prevede l’utilizzo del supertelescopio è stato elaborato dal 33enne Stefano Carniani, ricercatore alla Scuola Normale di Pisa e membro di un gruppo di cosmologi coordinato dal Professor Andrea Ferrara.

Total
1
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La speranza è tutta nel Pnrr: un milione di posti di lavoro nei prossimi due anni

Next Article

L'Università di Padova punta sull'assistente virtuale: notizie e informazioni sempre a portata di clic

Related Posts