Via a Campania Innovazione

Campania Innovazione è il nuovo programma della Regione Campania che mette in rete gli attori dell’innovazione presenti in regione.

Campania Innovazione è il nuovo programma della Regione Campania che mette in rete gli attori dell’innovazione presenti in regione. L’obiettivo è la costruzione di un sistema in cui far convergere tutti i servizi atti al soddisfacimento della ricerca e delle imprese come, ad esempio, creazione di nuove imprese, trasferimento tecnologico, programmi europei, competitività per le PMI e finanza per l’innovazione.

Nella rete, in dettaglio, confluiranno tre diversi tipi di soggetti: i produttori di conoscenza, ovvero università e centri di ricerca; i produttori di valore come le PMI e le grandi imprese che trasformano conoscenza in valore utile al mercato ed infine i mediatori dell’innovazione quindi Camere di Commercio, parchi scientifici e tecnologici ma anche incubatori di imprese.

“La preselezione dei soggetti della Rete dell’Innovazione regionale – ha dichiarato Guido Trombetti, Assessore all’Università e alla Ricerca Scientifica – è il cuore di un’azione tesa a costruire un sistema integrato capace di offrire servizi avanzati a imprese e gruppi di ricerca impegnati nelle difficili attività di trasferimento tecnologico e sviluppo di nuovi prodotti. In sostanza – continua Trombetti – si vuole certificare strutture e soggetti in grado di sostenere ricercatori e imprenditori che interagiscono per sviluppare nuove imprese e nuovi progetti basati sull’avanzamento delle conoscenza scientifiche e tecnologiche”.

Il sistema dei servizi di Campania Innovazione è coordinato da Città della Scienza in sinergia con le Associazioni di categoria, attraverso Campania In.Hub Sportello Regionale Ricerca e Innovazione, attivo sul territorio con azioni informative sulle politiche regionali, nazionali ed europee. Il Presidente di Città della Scienza, Giuseppe Zollo ha affermato: Nessun imprenditore, per quanto bravo può sostenere da solo i rischi connessi all’innovazione tecnologica. Nessun ricercatore per quanto eccellente può colmare il percorso, spesso accidentato, che va dall’idea al prodotto. Qualsiasi attività innovativa, per poter avere successo, deve realizzarsi entro un ecosistema di servizi, competenze, procedure che facilitino il reperimento e la messa in opera delle risorse critiche lungo tutta la filiera dell’innovazione. Con questi primi avvisi di selezione di strutture ed esperti, Città della Scienza SpA ha dato avvio al Programma Campania Innovazione che ha come obiettivo la costruzione di un sistema integrato di servizi, entro cui i potenziali innovatori campani possono muoversi agevolmente”.

Tra le attività di Campania In Hub sono già attive azioni volte alla promozione della creazione d’impresa. Per presentare la propria candidatura è necessario consultare il Bollettino Ufficiale della Regione Campania oppure consultare i seguenti siti web
www.campaniainhub.it
www.innovazione.regione.campania.it
www.bic.cittadellascienza.it

Leggi qui l’avviso per i mediatori dell’innovazione
Leggi qui l’avviso per gli esperti dell’innovazione

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scrivere la città, scrivere Napoli

Next Article

Giovani senza progettualità. Ma “le certezze” arrivano dai mass media

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.