Vacanze troppo lunghe? Ecco i 7 lavori da fare in estate

Il ministro Poletti minaccia di tagliarvi le vacanze estive? Mettetevi avanti con il lavoro e pensate a quale potrebbe essere il lavoretto che potreste fare al posto di interminabili giornate passate sul divano di casa o in spiaggia con gli amici. Ecco 7 semplici proposte:
 
1. TUTTOFARE IN RIVIERA
Un-bagnino
Bagnino, cameriere, barista, buttafuori da discoteca e chi ne ha più ne metta. I lavoretti estivi che si possono fare durante l’estate, sopratutto in Riviera (ma in ogni località balneare) sono tantissime. Certo, se avete alle spalle o state facendo, un percorso di studi magari nel settore alberghiero potreste sfruttare al massimo questa opportunità. Lo stipendio di solito è più che dignitoso, permette a di mettere da parte un bel gruzzolo ma occhio: lavorare in un ristorante o in albergo non è semplice e costa tanta, tanta, fatica.
 
2. EMIGRANTE ALL’ESTERO
cameriere-stabia-in-web-e1423828051794
Lavorare all’estero e imparare una lingua. Di solito è l’accoppiata migliore per gli studenti italiani sempre un passo indietro rispetto ai colleghi europei quando si parla di conoscenza di una lingua straniera. Ecco quindi che partire per l’estero e trovarsi lì in lavoretto può essere un doppio vantaggio. Anche qui baristi e cameriei sono le “professioni” più gettonate. Ma non sottovalutate la possibilità di andare a dare una mano agli stagionali che raccolgono frutta e verdura nelle località più calde dell’Europa.
 
3. ESTATE DA VOLONTARIO
volontariato2
Partire per fare del bene. E’ il principio che sta alla base delle tante attività di volontariato che si possono fare durante i mesi estivi. Non si guadagna niente, sia chiaro, ma non avrete nemmeno spese che saranno totalmente a carico degli enti no profit e delle associazioni che offrono queste opportunità, sia in Italia che all’estero.
 
4. REPORTER PER PASSIONE
reporter
Scrivere è la vostra passione? Volete passare un’estate in giro per l’Italia/Europa/Mondo? Beh allora prendete seriamente l’ipotesi di portare con voi block notes e videocamera (ma basta anche uno smartphone o un tablet). Potreste raccontare con parole e immagini i posti che visitate, la gente che incontrate, le esperienze che farete. E mettere poiu tutto online, magari contattando qualche sito di informazione o di viaggi interessato al vostro percorso. Con il compenso non ripagherete nemmeno il biglietto del treno ma potrebbe essere un’esperienza da non sottovalutare.
 
5. IL DIVERTIMENTO DEGLI ALTRI
animazione03
Se sudare sotto il sole non vi spaventa allora potreste pensare di dedicarvi al divertimento… degli altri. Diventare animatore turistico è da sempre uno dei “mestieri” più gettonati tra i giovani alla ricerca di un lavoretto estivo. Le opportunità non mancano, basta sapersi muovere in tempo (già a primavera). Requisiti? Poca timidezza, tanta iniziativa e massima disponibilità. Soprattutto a dormire (e far dormire) poco.
 
6. BUSSOLA PER I TURISTI
245_Principale_(big)
Centri per il turismo, infopoint, banchetti informativi. Le città italiane, soprattutto quelle d’arte, d’estate vengono preso d’assalto dai turisti di mezzo mondo. Potreste aiutarli – a patto che conosciate bene almeno una lingua straniera – a programmare per loro la loro vacanza.
 
7. TRADIZIONE DI FAMIGLIA
Inaugurazione-gelateria-Sapori-e-Dintorni7-31-03-12
Vostro padre, vostro zio, l’amico di famiglia hanno un’attività commerciale che non chiude nemmeno un giorno d’estate? Allora potreste candidarvi per dargli una mano e una boccata d’ossigeno nei giorni più complicati. Dalle tabaccherie, alle ferramente, passando per le gelaterie e le edicole (soprattutto nelle località di mare o di montagna) hanno sempre bisogno di un valido aiuto. Non servono particolari capacità ma solo l’adesione a un imperativio: il cliente ha sempre ragione.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scandalo a La Sapienza: il direttore generale non è laureato

Next Article

Olimpiadi di Filosofia, 80 studenti pronti a sfidarsi per il 1° posto

Related Posts
Leggi di più

Concorso scuola, docenti chiedono di riaprire le domande

Iscrizioni sono state chiuse il 31 luglio 2020. Altri candidati hanno acquisito il requisito di partecipazione, altri chiedono di modificare la regione dato che la scelta era stata avanzata sulla base di una eventuale prova preselettiva adesso eliminata
Leggi di più

Scuola, l’organico Covid prorogato fino a giugno

Soddisfatti i rappresentanti dei lavoratori e i dirigenti scolastici. Il personale inserito tra settembre e inizio ottobre nelle classi per dare un aiuto concreto ai docenti curriculari, potrà continuare a lavorare fino alla fine dell’anno