Vacanze scolastiche, in Italia più che altrove

Schermata 2013-01-30 a 13.07.24

Tagli anche alle vacanze scolastiche?
“Un solo mese di vacanza per gli studenti? Mi piace, è una delle poche cose giuste dette da Monti negli ultimi 14 mesi”, ha detto Renato Brunetta.

Ma come nasce la polemica?

In un riferimento alla bozza sul mercato del lavoro della lista civica di Monti compariva l’ipotesi di limitare ad un mese le vacanze estive, sia pure su base volontaria.

Perché arrivare a prendere una misura simile?

Pare che la motivazione sia stata: “per offrire un servizio ai genitori che lavorano”.

I sindacati, però, non hanno accolto per niente di buon grado la notizia.
I social network, poi, hanno iniziato a mettere sottosopra la rete.
Monti stupisce tutti e ‘cade dal pero’, scrivendo su Twitter: “Ma chi ha mai parlato di taglio delle vacanze?”.
Bersani, invece, prende la palla al balzo e afferma:  “Prima di parlare di allungare o accorciare vacanze estive, teniamo le scuole aperte tutto il giorno per attività didattiche”.

Gli studenti italiani vanno davvero troppo in vacanza? Sembrerebbe di no.
Confrontando la media italiana con quella degli altri Paesi europei è risultato che i nostri studenti sono in testa alle classifiche insieme a francesi e  spagnoli. Sono ben 16 le settimane di vacanza per loro.
Mentre in Italia e in Spagna, ci si concede 13 settimane in estate, a causa del clima, in Francia si stacca per due settimane in autunno, oltre che a Natale, carnevale e primavera.
I romeni, invece, abbondano e si classificano al primo posto come i più vacanzieri del Vecchio Continente.
In Svezia, 15 settimane di riposo.
Gran Bretagna e Finlandia si concedono 13 settimane e la Germania soltanto 12.
La media generale, comunque, non è molto lontana da quella italiana.
AZ

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Tasse proibitive, cala il numero delle matricole a Bari

Next Article

Le dieci richieste più improbabili durante un colloquio di lavoro, in un video

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.