Uno studente italiano inventa il violino di seta: Londra lo premia con 10 mila sterline

Uno studente italiano inventa un violino fatto in seta di ragno e vince 10 mila sterline del premio international students aword del sindaco di Londra

Uno studente italiano che ha inventato un violino fatto di seta di ragno ha vinto il premio per lo studente internazionale piu’ innovativo di Londra. Luca Alessandrini, un trentenne di Urbino, laureatosi all’Imperial College di Londra, ha battuto centinaia di concorrenti provenienti da 49 paesi con la sua creazione, un violino composto da seta di ragno e resina.
Quando lo strumento viene suonato, la seta fa vibrare la cassa musicale emettendo un suono che puo’ essere modificato variando in modo esatto la fusione dei due materiali. La combinazione della seta e della resina infatti produce un unico tono che puo’ venir alterato modificando le quantita’ dei due componenti originali. Luca, che con questo prodotto si e’ aggiudicato il primo premio di 10mila sterline, ha spiegato che il nuovo materiale consente di personalizzare l’acustica degli strumenti con un grado di controllo molto difficile da raggiungere con altri materiali moderni come, ad esempio, la fibra di carbonio.
Luca, che e’ di Urbino ha dichiarato: “studiare a Londra e’ stata una delle migliori esperienze della mia vita e questa iniziativa mi ha permesso di far diventare realta’ il mio progetto. Ho trascorso due anni a lavorare a tempo pieno insieme a 38 persone di 14 paesi diversi e non riesco ad immaginare un ambiente piu’ stimolante di questa citta'”.
The International Student Innovation Award 2016 e’ nato per far emerge il lavoro degli studenti stranieri della citta’ di Londra e anche per offrire loro un sostegno finanziario che consenta loro di sviluppare i loro progetti. Promosso da London & Partners, la societa’ di promozione del sindaco di Londra, ha il supporto del governo inglese e del British Council, di Cambridge English, IDP Education e del PIE.
I progetti sono stati giudicati da una giuria prestigiosa che includeva tra gli altri, Eliot Forster, presidente di MedCity e di CEO of Immunocore, Eileen Burbidge, partner della societa’ Passion Capital e presidente di Tech City e Lord Balmoria che il fondatore di Cobra Beer.
Per ulteriori informazioni e’ possibile visitare il sito www.londonandpartners.com

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di giovedì 3 novembre

Next Article

All'Autodromo di Monza gli Ingegneri studiano in pista

Related Posts
Leggi di più

Muore in un incidente prima della discussione della tesi ma l’università precisa: “Non era in programma nessuna laurea”

Giallo sulla morte di Riccardo Faggin, studente di 26 anni iscritto alla facoltà di Scienze infermieristiche dell'Università di Padova. Si è schiantato contro un albero a pochi metri da casa dove era tutto pronto per festeggiare la sua laurea. Ma l'ateneo ha precisato che il suo nome non era nell'elenco dei laureandi.