Univaq, inaugurata la Casa dello Studente

okok.jpgIl terreno messo a disposizione è quello della diocesi, i soldi quelli stanziati dalla Regione Lombardia e la speranza quella di tutti i cittadini aquilani, in primis degli studenti che non hanno lasciato l’università. La Casa dello Studente è di nuovo pronta ad accogliere oltre 122 studenti e oggi la sua apertura segna un passo in avanti per l’Aquila.
Ad inaugurare il suo primo giorno di vita, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni. Lo stesso Formigoni ha consegnato durante la cerimonia le chiavi della nuova residenza universitaria, che sorge nella zona ovest di L’Aquila, in località Coppito.
L’opera, realizzata in soli 90 giorni, è costata 7,5 mln di euro, stanziati dalla Regione Lombardia e con il contributo di numerosi enti e cittadini lombardi. La nuova struttura è intitolata a San Carlo Borromeo, proprio nel giorno della sua ricorrenza.
“Il patrono lombardo era un grande amico del popolo abruzzese – ha sottolineato Formigoni – e proprio in occasione del terremoto del 1703 aiutò gli abruzzesi. Oggi come allora – ha proseguito – gli italiani devono essere insieme, uniti nella solidarietà perché nessuno sia lasciato solo. Questo è inoltre la dimostrazione che in Italia le cose, se si vogliono fare, possono accadere bene e in tempi rapidi”. “Quando in Regione Lombadia discutemmo su cosa fare per dare una mano all’Abruzzo colpito dal terremoto – ha ricordato Formigoni – decidemmo di dedicarci all’educazione dei giovani, perché i giovani rappresentano l’investimento più importante di una società”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

General Management della Pubblica Amministrazione

Next Article

Sesso a Catania, il professore si dimette

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".