Sesso a Catania, il professore si dimette

1995_catania-universita.jpgGrida al complotto e continua a professarsi innocente. Ma le dimissioni non sono tardate ad arrivare. Questa mattina, con una lettera inviata al rettore dell’università di Catania, il prof. Elio Rossitto, docente di Economia politica nella facoltà di Scienze politiche, ha rassegnato le proprie dimissioni volontarie dal ruolo di docente universitario. Ora chiede di essere messo in pensione con decorrenza immediata, motivando la propria decisione con l’intendimento di “non coinvolgere l’istituzione universitaria in una vicenda lesiva dell’immagine della istituzione stessa”.

Il caso. Elio Rossitto è da giorni al centro di un boomerang che si è scagliato su di lui. Denunciato da una studentessa ventenne, che lo ha accusato di aver chiesto favori sessuali in cambio di un ‘aiuto agli esami, il professore è ora iscritto nel registro degli indagati della Procura della Repubblica etnea nel tentativo di concussione e di ricatti sessuali.

Il video. A smascherare il professore dovrebbe esserci un video de Le Iene, che nonostante non sia stato ancora pubblicato ha già iniziato ad attirare l’attenzione di tutti i mezzi di comunicazione. A contattare il programma di Italia Uno, la stessa studentessa che ormai da tempo sosteneva di essere vittima delle avances del professore. Nel filmato in questione la ragazza avrebbe fatto trovare l’inviato delle Iene davanti al Motel, dove aveva fissato il suo appuntamento con il docente universitario.

“Il professore si è avvicinato durante una lezione – racconta la studentessa ai microfoni di Primalinea TG“, il telegiornale della tv catanese “Telecolor” – mi ha detto che mi aveva visto seguire il suo corso l’anno scorso, che avevo perso un anno e che era un peccato. Dunque mi ha invitato a seguirlo nell’aula di ricevimento, dove mi ha parlato di poter dare la sua materia con il massimo dei voti senza sostenere alcun esame”. “Al che ho capito cosa aveva in mente il professore, perché giravano voci di corridoio”.

Le dimissioni e il Senato Accademico. Il Senato accademico dell’Università di Catania, avendo preso visione della missiva, non procederà nell’esame della proposta di sospensione cautelativa del docente, che era stata inserita come ordine del giorno urgente. Il professore comunque, nonostante le sue dimissioni, continua a ribadire di essere stato vittima di un complotto.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Univaq, inaugurata la Casa dello Studente

Next Article

Unipa, arriva l'Onda Anomala anti Gelmini

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, online il bando del Ministero per finanziare i progetti di interesse nazionale. Messa: “Pronti 749 milioni di euro”

E' online il bando, finanziato in parte con le risorse del PNRR, che stanzia quasi 750 milioni di euro per lo sviluppo della ricerca italiana. Dei 749 milioni, circa 223 milioni - il 30% del totale - sono destinati a progetti presentati da professori o ricercatori con meno di 40 anni. Il ministro Messa: "Vogliamo incentivare i giovani a sviluppare ambiziosi progetti di ricerca di base".
Leggi di più

Percorsi di studio “transnazionali” e un’unica carta dei diritti per gli studenti: ecco l’università “europea” immaginata dalla ministra Messa

Dopo 23 anni dalla Dichiarazione di Bologna, i ministri europei dell'Università si sono ritrovati a Parigi per ridisegnare il futuro dell'istruzione accademica. La ministra Maria Cristina Messa: "Obiettivo è creare un'offerta transnazionale, internazionalizzando i percorsi di studio e disponendo una carta europea dello studente".