Unito, una Scuola per sfornare superlaureati

universita.jpgUna scuola dedicata alle scienze del governo e alla sostenibilità dello sviluppo. Un concentrato di formazione integrativa multidisciplinare e gratuita, dove poter dar vita a ragazzi “superlaureati”. Il nuovo centro di eccellenza del capoluogo piemontese si chiama “Scuola di Studi Superiori” dell’Università di Torino e ha già le idee chiare sugli studenti da “arruolare”.
La Scuola è aperta ai migliori studenti di tutte la facoltà e offre la possibilità di crediti aggiuntivi agli studenti di tutte le facoltà. La finalità è quella di formare dei “superlaureati” che si potranno proporre sul mercato del lavoro come laureati delle proprie facoltà che hanno acquisito crediti e competenze in più.
La Scuola è organizzata con un triennio, nel quale si punta ad accrescere le competenze di base e a creare una capacità di interpretazione dei fatti sociali e delle innovazioni scientifiche culturalmente consapevole, e un biennio dedicato a percorsi più specifici offrendo competenze analitiche e operative mirate.
Come candidarsi. La domanda di ammissione va presentata esclusivamente on line (www.ssst.unito.it) entro le 16 dell’11 settembre 2009. Sono ammessi al concorso per i posti del primo anno coloro che, indipendentemente dalla loro cittadinanza, siano in possesso di titolo di studio che dia accesso ai corsi di laurea dell’Università conseguito con una votazione minima pari o superiore ad 80/100; non abbiano compiuto alla data di scadenza della presentazione della domanda di partecipazione il 21/o anno di età; non risultino già iscritti per l’anno accademico 2008/09 ad un corso di studi università.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Guida alla Scelta - Ingegneria Ingegneri, buone prospettive

Next Article

II lavoro che ti aspetta: matricole oggi, dottori domani

Related Posts
Leggi di più

Sapienza, Bologna e Padova le tre migliori università italiane secondo la classifica Artu. Nel mondo a guidare è Harvard

Pubblicata la classifica redatta dall'University of New South Wales di Sydney che unisce in un unico indice i tre ranking mondiali più influenti: Quacquarelli Symonds (Qs), Times Higher Education (The) and the Academic Ranking of World Universities (Arwu). La prima italiana, La Sapienza di Roma, si piazza al 155esimo posto, l'ultima (il Politecnico di Torino) al 370esimo.
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.