Udine, Honsell al ballottaggio

honsell.jpgIl capoluogo va in controtendenza rispetto al trend regionale: il Friuli Venezia Giulia ha appena eletto un governatore di centrodestra, Renzo Tondo, non rinnovando la fiducia a Riccardo Illy, sostenuto da un vasto schieramento di centrosinistra (Pd, Sinistra Arcobaleno e altre liste civiche). Al Comune di Udine, però, l’ex rettore dell’Università Furio Honsell, candidato per il centrosinistra, è riuscito ad andare al ballottaggio con il 44,2% dei voti, sopravanzando il suo principale avversario Enzo Cainero (centrodestra) di quasi 5 punti percentuali.
Gli udinesi saranno chiamati di nuovo alle urne il 27 e il 28 aprile: il risultato dipenderà anche dai voti che porteranno in dote gli altri candidati non arrivati al ballottaggio. Honsell, realisticamente, potrebbe contare sull’appoggio degli elettori di Giovanni Ortis (7,31%, sostenuto da Domani Udine con Ortis, Partito Socialista e Partito dei Pensionati). I potenziali voti di Cainero invece, potrebbero essere quelli andati a Diego Volpe Pasini (4,86%, S.O.S. Italia, Città della Libertà), Salvatore Galioto (1,34%, La Destra), Rodolfo Console Battilana (1,21%, Udine Amica), Stefano Salmè (1,08%, Fiamma Tricolore), Massimo Di Giorgio (0,40%, Lista Io Tu Voi).
Manuel Massimo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Trento e la sicurezza energetica

Next Article

Account esperto: alla Ett c’è posto

Related Posts
Leggi di più

Un’intera classe in sciopero contro il compagno bullo. I genitori: “Da due anni i nostri bambini vivono in un incubo”

Scoppia la protesta contro il bullismo in un istituto di Jesi, in provincia di Ancona. Quattordici genitori decidono di non mandare più i loro figli a scuola per la presenza di un bambino che avrebbe atteggiamenti violenti contro di loro, denunciando denti rotti, Amuchina negli occhi, insulti e minacce. La preside: "Problema c'è ma è stato ingigantito".