Udine e Trieste, dottorati interateneo

dottorati interateneo

Dottorati interateneo La collaborazione interateneo fra le Università di Udine e Trieste si rafforza ancora, attraverso l’allargamento del coordinamento, già consolidato nelle lauree magistrali, anche all’offerta formativa di terzo livello, ossia quella relativa ai dottorati di ricerca. I due atenei rispondono in questo modo ai nuovi e sempre più stringenti vincoli per l’attivazione di dottorati, imposti con l’entrata in vigore del decreto ministeriale n. 45 dell’8 febbraio 2013, e perseguono sempre più la strategia avviata in questi ultimi anni dai rettori di Udine e Trieste, Cristiana Compagno e Francesco Peroni, di rafforzamento del sistema universitario regionale e del suo livello di attrattività.

L’avvio di corsi di dottorato di ricerca interateneo si inserisce, infatti, nell’ambito della sottoscrizione dell’accordo di programma stipulato nel 2012 fra i due atenei regionali per l’avvio di un modello federativo con l’obiettivo di rafforzare l’offerta formativa, la ricerca, l’internazionalizzazione e la competitività europea del sistema universitario regionale.

«Ancora una volta – sottolinea il rettore di Udine, Cristiana Compagno – abbiamo trasformato i recenti vincoli quantitativi e qualitativi imposti dal ministero per l’attivazione dei dottorati di ricerca come opportunità strategica di valorizzazione e potenziamento della ricerca di eccellenza attraverso alleanze di sistema in grado di realizzare quella massa critica sempre più necessaria per competere con successo a livello europeo».

«In continuità con la linea segnata dai rettori Peroni e Compagno – afferma il rettore dell’ateneo di Trieste, Sergio Paoletti – la realizzazione di sinergie al terzo livello di formazione consentirà al sistema intero di diventare più attrattivo e competitivo, anche in prospettiva internazionale. Senza questa operazione, probabilmente alcuni dei dottorati oggi messi a sistema non avrebbero retto i nuovi vincoli posti dal ministero per l’attivazione».

I corsi di dottorato interateneo in collaborazione con l’Università di Trieste sono sei, collocati nelle aree umanistica, economica, giuridica e delle scienze agro-ambientali: Scienze manageriali e attuariali; Italianistica, scienze linguistiche e scienze letterarie comparate; Scienze giuridiche; Scienze dell’ambiente e della vita; Storia delle società, delle istituzioni e del pensiero, dal Medioevo all’Età contemporanea; Scienze dell’antichità. Per la realizzazione di questi corsi di dottorato interateneo significativo sarà il sostegno che giungerà dalla Regione Friuli Venezia Giulia che contribuirà al cofinanziamento di 15 borse di studio destinate al conseguimento della certificazione Doctor Europaeus.

Il dottorato di ricerca, cui si accede tramite concorso pubblico, è il terzo e più alto livello di formazione previsto nell’ordinamento accademico italiano. Il corso di dottorato ha durata triennale e fornisce le competenze necessarie per svolgere attività di ricerca scientifica presso Università ed enti pubblici o

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Giovani, qualificati e senza lavoro: il dramma dell'Europa

Next Article

Città acchiappacervelli, domani la kermesse a Napoli

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.