Tumori, successo per una terapia alternativa alla chemio

Schermata 2013-03-07 a 10.43.41

Una nuova strada nella lotta al mesotelioma maligno potrebbe giungere dal Dipartimento di Scienze e innovazione tecnologica di Alessandria. Il team di ricerca ha individuato una combinazione efficace tra ascorbato (vitamina C), l’EGCG (epigallo-catechina-3-gallato, che e’ un polifenolo estratto dal te’ verde) e il farmaco gemcitabina. I primi test preclinici sono stati superati con successo, evidenziando una notevole riduzione della massa tumorale e l’assenza di metastasi.

Il prossimo obiettivo sara’ la pianificazione di test clinici per valutare l’efficacia sull’uomo di questa nuova terapia. Lo studio e’ condotto da un gruppo di ricercatori dell’Universita’ del Piemonte Orientale, in collaborazione con l’Istituto San Raffaele di Milano. La ricerca, intitolata ”Preclinical Demonstration of Synergistic Active Nutrients/Drug (and) Combination as a Potential Treatment for Malignant Pleural Mesothelioma”, e’ stata condotta da Bruno Burlando, Stefano Biffo, Elia Ranzato e Simona Martinotti.

L’approccio terapeutico piu’ efficace al mesotelioma era stato finora quello della chemioterapia, che tuttavia ha sempre presentato alti rischi di recidivita’ ed effetti collaterali negativi. Studiando l’azione chemiopreventiva di alcuni nutrienti attivi, i ricercatori alessandrini hanno sviluppato l’idea di combinare nutrienti attivi e farmaci antitumorali per contrastare la progressione del tumore. Gia’ alcuni anni fa lo stesso gruppo di ricercatori aveva dimostrato come l’ascorbato, se somministrato in quantita’ tollerabili, fosse tossico per le cellule di mesotelioma. La ricerca, sostenuta dalla Fondazione Buzzi-Unicem Onlus di Casale Monferrato, e’ stata pubblicata ieri dalla prestigiosa rivista internazionale di settore ”PLoS ONE”

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Usa, realizza il sogno della sua vita: diplomato a 106 anni

Next Article

Israele, invasione di cavallette

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.