Torna la “Race for the cure”

Dopo aver festeggiato lo scorso anno la decima edizione con oltre 43.000 partecipanti al via, torna il prossimo 16 maggio a Roma, alle Terme di Caracalla, la “Race for the Cure – in corsa contro i tumori del seno”

Dopo aver festeggiato lo scorso anno la decima edizione con oltre 43.000 partecipanti al via, torna il prossimo 16 maggio a Roma, alle Terme di Caracalla, la “Race for the Cure – di corsa contro i tumori del seno”, la celebre mini maratona di raccolta fondi e di solidarietà con le donne operate di tumore del seno.
Organizzata dalla “Susan G. Komen Italia” sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e con il patrocinio di Comune di Roma, Provincia di Roma, Regione Lazio, CONI, FIDAL, Dipartimento delle Pari Opportunità, Ministero della Salute e Policlinico Gemelli di Roma, la manifestazione prenderà il via, come di consueto, dalle Terme di Caracalla alla presenza di tante personalità e ospiti d’onore. Non mancherà il volto ormai storico della Race for the Cure, Maria Grazia Cucinotta, che affianca la Komen Italia fin dai primissimi anni nell’azione di contrasto a questa malattia (37.000 casi l’anno in Italia e principale causa di morte nella popolazione femminile oltre i 35 anni di età).
Ma le vere protagoniste della Race saranno come sempre le “Donne in Rosa”, donne che hanno affrontato personalmente il tumore del seno e che scelgono di rendersi intenzionalmente visibili indossando una maglietta ed un cappellino rosa. Tra loro, anche l’attrice Rosanna Banfi, recentemente colpita dalla malattia, che lo scorso anno partecipò per la prima volta alla manifestazione e che testimonierà anche stavolta quel cambiamento di mentalità in positivo che ogni donna deve avere nei confronti del tumore del seno.
“Come avvenuto nelle scorse edizioni, la Race sarà preceduta da una settimana dedicata alla prevenzione, che interesserà case di reclusione, case famiglia e istituti religiosi della Capitale dove per le donne è spesso difficoltoso sottoporsi ai tradizionali percorsi di diagnosi negli ospedali. Questa settimana si concluderà con il “Villaggio della Salute”, un laboratorio pratico di educazione alla prevenzione e al benessere psicofisico, che sarà allestito nel week end del 16 maggio allo Stadio “Nando Martellini” e dove saranno offerte gratuitamente ad un nucleo di donne disagiate alcune mammografie, ecografie e visite senologiche da personale medico e paramedico volontario proveniente da molte Aziende ospedaliere di Roma e provincia. Con questa iniziativa, giunta alla decima edizione, negli scorsi anni è stato possibile accertare più di venti casi di tumore del seno, immediatamente avviati a protocolli di cura nei giorni successivi. Risultati piccoli ma concreti, che rappresentano la filosofia di tutta l’attività svolta dalla Komen Italia.”
 La giornata del 16 maggio sarà caratterizzata anche da un evento molto importante. Poste Italiane celebrerà proprio al “Villaggio Race” l’emissione del nuovo francobollo con sovrapprezzo per sostenere la lotta ai tumori del seno, fortemente voluto dal Ministro dello Sviluppo Economico, On. Claudio Scajola e dedicato alla professione infermieristica. Prodotto in circa 14 milioni di esemplari, questo strumento di raccolta fondi permetterà di accrescere le risorse disponibili nella difficile battaglia contro questa malattia.
Alla “Race for the Cure” è possibile iscriversi con una donazione minima di 10 euro. Presentando la ricevuta al “Villaggio Race” si riceverà l’esclusiva borsa gara con la maglia ufficiale da collezione e il pettorale gara, riservato sia ai competitivi che si misureranno sul percorso da 5km che ai non competitivi, che potranno scegliere tra la corsa o la passeggiata di 2km. Anche nel 2010, organizzatore tecnico della gara sarà come sempre il Gruppo Sportivo Bancari Romani. Inoltre, alla Race si potrà partecipare anche in squadra, coinvolgendo i propri colleghi, gli amici o i compagni di classe e concorrere per vincere premi dedicati ai team più numerosi e simpatici. Nestlè Fitness sarà il partner ufficiale della competizione tra i gruppi.
I fondi raccolti attraverso la “Race for the Cure” saranno destinati a promuovere la diagnosi precoce, il benessere psico-fisico delle donne operate, l’aggiornamento degli operatori sanitari e l’acquisto di apparecchiature di diagnosi e cura attraverso progetti che saranno realizzati principalmente da altre associazioni, in una filosofia di condivisione e di non competizione.
Per conoscere i punti iscrizione o per iscriversi on-line visitare il sito www.raceforthecure.it oppure chiamare lo 06.3540551/52.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Arte per tutti

Next Article

Cnr, dall’idea al progetto

Related Posts
Leggi di più

Film horror in una scuola media: studenti svenuti

È accaduto in una scuola di Cremona durante una supplenza. Proiettata la pellicola "Terrifier" vietata ai minori: gli alunni più sensibili hanno accusato malori e nausea. Lettera di protesta inviata al preside