Tomb of Waste: concorso di architettura sul riciclo della plastica

Switch Competition organizza un contest internazionale di architettura sul tema dei rifiuti plastici e delle loro conseguenze a livello ambientale. La competizione è rivolta ad architetti, designer e studenti di tutto il mondo, invitati a progettare un’installazione che rappresenti la plastica monouso come prezioso materiale riutilizzabile. Il concorso creativo prevede premi in denaro e riconoscimenti pubblici. Per iscriversi c’è tempo fino al 31 Maggio 2020.

A proporre il contest per creativi è Switch Competition, piattaforma web di concorsi di livello internazionale, relativi ai settori del design e dell’architettura.

Scopo di “Tomb of Waste” è mettere in discussione il concetto di “materiali di scarto” e favorire, al contempo, la sensibilizzazione sull’eccessiva produzione di rifiuti in plastica. Il concorso è orientato all’ideazione di un’opera che possa trasformare il concetto di sostenibilità in un mezzo di pensiero critico.

I partecipanti sono quindi chiamati ad ideare un’installazione architettonica, coinvolgente ed evocativa, con cui ampliare la consapevolezza sui risvolti che l’utilizzo massivo della plastica ha sul pianeta. Le proposte dovranno essere concepite con l’obiettivo di promuovere l’immagine della plastica monouso come materiale riutilizzabile in modo creativo.

L’iniziativa, aperta a tutti a livello mondiale, si rivolge in modo particolare a studentiarchitetti e ingegneri. Possono concorrere sia singoli che gruppi composti da massimo 3 membri.

I partecipanti saranno liberi di individuare il sito in cui installare l’opera. Occorrerà, tuttavia, scegliere location “ad elevato impatto”, per far arrivare il messaggio rappresentato ad un pubblico più vasto possibile.

I premi messi in palio sono di diversa tipologia. Premi in denaro saranno conferiti ai vincitori nelle seguenti modalità:

  • 1.200 € al 1° Classificato;
  • 800 € al 2° Classificato;
  • 500 € al 3° Classificato.

Saranno inoltre selezionati “10 Editor Choices” che avranno visibilità sul sito archasm.in e su altri prestigiosi siti/riviste internazionali di architettura. 

Tutti, vincitori ed Editor Choices, riceveranno un certificato onorario di partecipazione. I risultati saranno comunicati in data 25 Giugno 2020.

La proposta creativa va presentata su un unico foglio A1, in cui riportare anche il codice identificativo del team. Gli elaborati non dovranno includere alcun dato che possa rivelare l’identità dei partecipanti.

Il progetto deve essere redatto in lingua inglese e non superare le 250 parole. La proposta può essere realizzata con tecnica a scelta dei candidati (diagrammi, schizzi, modelli e visualizzazioni 3D, disegni in CAD, ecc.).

Per ulteriori dettagli sulle modalità di presentazione del progetto sono indicate nel bando.

La domanda di partecipazione al concorso creativo Tomb of Waste deve essere inviata a [email protected] e riportare nell’oggetto il codice identificativo dei candidati. Le domande e i materiali di progetto vanno inviati entro il 31 maggio 2020.

I partecipanti dovranno inoltre procedere ad una registrazione che prevede una quota di iscrizione, come indicato nel bando del concorso.

Si invitano gli interessati a leggere attentamente il BANDO del concorso di architettura Tomb of waste. Si segnala, inoltre, che ulteriori informazioni sul contest sono disponibili sul sito della piattaforma Switch Competition.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

D’Amore: «Il racconto? Può essere terapeutico» Le letture dell’attore sulla pagina Fb dell’assessorato alla Cultura

Next Article

Call per studenti e neolaureati: i giovani sono chiamati a sfidarsi

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.