Tirocini con la garanzia Unilever

Schermata 2013-02-19 a 10.30.22

Ci sono diverse regioni d’Italia che cercano giovani laureati per conto della multinazionale della distribuzione

Esistono quei marchi che sono sempre in mezzo a noi, ma spesso ne ignoriamo l’esistenza. A molti lettori il nome Unilever non dirà molto, eppure i più attenti avranno visto il simbolo su confezioi di cibi, bevande, prodotti per l’igiene e tanto altro ancora.

Unilever è infatti proprietaria di brand come Lipton, Algida, Findus, etc… Si tratta di una vera e propria multinazionale che in questi giorni ha aperto parecchie selezioni mirate all’inserimento di giovani neolaureati con contratti di stage.

Una delle posizioni più ricercate è quella da Junior In Store Account da inserire all’interno dell’area Customer Development per presidiare e sviluppare il business dei prodotti su diversi punti vendita dell’area geografica di riferimento. In questo momento le selezioni sono attive per le regioni Emilia, Marche, Piemonte e Veneto (ma potrebbero presto aggiungersi nuove località).

Gli stage dureranno sei mesi con rimborso spese e sono destinati a neolaureati in discipline preferibilmente economiche e/o umanistiche.

Tirocini più tecnici quelli in qualità di Engineering Stagiaire e Total Productive Maintenance Stagiaire (sede di Sanguinetto nel veronese), e come Product Development Stagiaire (sede di Caivano in provincia di Napoli). I primi due si rivolgono a chi abbia appena conseguito una laurea specialistica/magistrale in ingegneria industriale/gestionale/meccanica, il terzo è destinato a neodottori di secondo livello in scienze e tecnologie alimentari o in ingegneria chimica con indirizzo alimentare.

Tutti gli annunci rimarrano validi fino a fine febbraio/inizio marzo. Candidature da questo link:

https://unilever.taleo.net/careersection/external/jobsearch.ftl?lang=it&portal=6170030171

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Dagli occhi dei bebè si capisce perchè piangono

Next Article

Dalla camera di commercio premio di studio per i laureati

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.