Test Veterinaria, il giudizio dei partecipanti: "Più facile di quello per Medicina"

Close up of vet inspecting dog paw 1 person Caucasian Julian Winslow Whites ability animal animal doctor canine check-up checking close up close-up close-up view companion animals creature creatures cropped cute daylight dog doggie doggy domesticated animals examination examining expert eye contact fluffy gloves half length hand hands headless health healthiness holding individual inside inspecting inspection interior lab coat looking at camera looking over male male only man man’s best friend masculine medical supplies men occupation one person one person only paw people person pet pets professional rubber gloves scrutiny single skill stethoscope surgeon surgical gloves technician uniform vet vet technician veterinarian veterinary medicine working zoology

Test Veterinaria 2017 terminato ora aspettiamo le risposte dal Miur del pomeriggio. Dopo il test di Medicina è il momento dei colleghi amanti degli animali che hanno affrontato questa mattina il test d’ingrasso alle facoltà di Veterinaria: 8000 candidati per soli 655 posti disponibili. Quello di Veterinaria si attesta il test con più alto rischio di fallimento, infatti soltanto un candidato su dodici potrà accedere agli studi. Come per Medicina, l’accesso a Veterinaria è regolato da una prova a livello nazionale. Il tran tran sui social si è fatto sentire ma il giudizio è unanime: “Più facile di quello per Medicina”. Questo quanto emerge dalla rete, soprattutto per le domande di logica più “abbordabili”. 
La graduatoria ufficiale sarà rilasciata dal Miur il 3 ottobre sulla pagina privata di Universitaly. Invece, già dal 29 settembre si potranno conoscere i punti ottenuti al test. Mentre tra poche ore il Ministero pubblicherà le risposte esatte ai quesiti di logica, biologia, cultura generale, chimica, fisica e matematica. La posizione in graduatoria sarà evidenziata con la dicitura “assegnato”, “prenotato” o “idoneo”. Nel primo caso si sarà ottenuto un posto disponibile nell’università scelta come prima preferenza quindi ci saranno 4 giorni a disposizione per immatricolarsi, pena l’esclusione dalla graduatoria. Nel caso  si risulti “prenotato”, invece, si  avrà ottenuto un posto disponibile a Veterinaria, ma in un ateneo non di prima scelta; in questo caso si avranno due opzioni: iscriversi entro 4 giorni nell’università assegnata o attendere gli scorrimenti di graduatoria dando conferma di interesse all’immatricolazione entro 5 giorni. Nell’ultimo caso, invece, si dovranno inevitabilmente attendere gli scorrimenti di graduatoria per sperare di ricevere un posto disponibile a Veterinaria

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Stop dal 2018 a bibite gassate in oltre 50 mila scuole europee

Next Article

Test Veterinaria: ecco le risposte ufficiali del Miur

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.