Tesi di laurea sul parco divertimenti? due premi alle migliori

borse di studio per tesi di laurea su parchi gioco

ANESV, organizzazione di categoria dei luna park e parchi divertimento, ha indetto un bando per due premi di laurea per le migliori tesi incentrate sui luna park e i parchi divertimento.
A chi è rivolto
Il premio di laurea ANESV parchi divertimento 2016 è rivolto a laureati che abbiano discusso la tesi nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 30 novembre 2016 presso un Ateneo italiano o straniero.
Le tesi devono trattare la storia, le tradizioni e/o culturali delle attività degli esercenti spettacoli viaggianti e del luna park oppure gli aspetti tecnici quali progettazione, manutenzione, sicurezza delle attrazioni, consumi energetici, formazione e/o la promozione dei parchi divertimento.
L’importo
I due vincitori del premio di laurea ANESV riceveranno un riconoscimento del valore di 1.200 euro ciascuno.
I requisiti
Per candidarsi al premio di laurea ANESV necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:
– laurea triennale o magistrale conseguita tra il 1° gennaio 2015 e il 30 novembre 2016;
– aver discusso una tesi incentrata sulla storia, le tradizioni e/o culturali delle attività degli esercenti spettacoli viaggianti e del luna park, oppure, aspetti tecnici quali progettazione, manutenzione, sicurezza delle attrazioni, consumi energetici, formazione, e/o di promozione dei parchi divertimento.
Come e quando presentare domanda
Per candidarsi al premio di laurea ANESV parchi divertimento 2016 è necessario inviare la domanda di partecipazione compilata secondo lo schema allegato al bando, con copia del documento di identità, del certificato di studi in carta semplice, della tesi all’indirizzo ANESV, via di Villa Patrizi, 10 – 00161 Roma (a mezzo posta o consegna a mano) o per posta elettronica certificata [email protected] indicando sul plico o nell’oggetto dell’email “Borsa di studio 2015″.
La scadenza per l’invio delle candidature è fissata al 30 ottobre 2016.
Il bando è disponibile all’indirizzo https://ow.ly/DxSv305mv3M

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

NTT DATA cerca 300 Innovatori e appassionati di tecnologia

Next Article

La rassegna stampa di venerdì 21 ottobre

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.