Tante opportunità in scadenza all’università di Siena

Sono in scadenza nelle prossime settimane alcune opportunità per borse e premi di studio all’Università di Siena.

Sono in scadenza nelle prossime settimane alcune opportunità per borse e premi di studio all’Università di Siena.

Scade il 28 giugno il bando di concorso per l’attribuzione di una borsa di studio riservata ai laureati in Tecnologie di monitoraggio e recupero ambientale o laurea magistrale equipollente. I vincitori della borsa, della durata di 6 mesi, saranno impegnati in attività di ricerca presso il dipartimento di Scienze ambientali sul tema “Valutazione di composti organoclorurati e idrocarburi policiclici aromatici su cetacei spiaggiati lungo le coste della Toscana ed elaborazione dati”.

Scade il 3 luglio il bando per una borsa di studio per laureati in Ingegneria dell’informazione per il progetto Teraflux. La borsa è della durata di 2 mesi e prevede attività di ricerca presso il dipartimento di Ingegneria dell’informazione.

Sempre per gli studenti della facoltà di Ingegneria sono disponibili 4 premi di laurea, 2 per tesi di laurea specialistica e magistrale su “Tecniche di virtualizzazione nei processori multicolore e riconfigurabili” e 2 per tesi di laurea triennale su “Tecniche di virtualizzazione in Linux”. Le domande devono essere presentate entro il 30 giugno.

Si può partecipare fino al 10 luglio, invece, all’assegnazione di 3 premi di studio per studenti meritevoli iscritti al primo anno del corso di laurea in Fisica e tecnologie avanzate nell’a.a. 2011-12.

Tutti i bandi con le informazioni dettagliate sono pubblicati on line sul sito www.unisi.it/didattica/borse.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La tua idea per il Paese

Next Article

Elizabeth Tower, il nuovo Big Ben

Related Posts
Leggi di più

Il mondo della comunicazione è sempre più giovane: il 53% degli occupati è under 35

Un dipendente su due che lavora nel mondo della comunicazione ha meno di 35 anni. E' quanto emerge da un'indagine condotta su un campione di 172 aziende e condotta da Una, Aziende della comunicazione unite, e Almed, Alta Scuola in Comunicazione, Media e Spettacolo, dell'Università Cattolica del Sacro Cuore. Negli ultimi anni c'è stato un calo dell'occupazione femminile.