Studiare all'estero: a gennaio in scadenza 50 borse Intercultura

Tra il 13 e il 20 gennaio sono in scadenza oltre 50 borse di studio per frequentare i programmai Intercultura in diversi Paesi di tutto il mondo. Sono borse sponsorizzate da associazioni di categoria, enti locali e aziende, che offrono agli studenti l’opportunità di trascorrere l’estate in Europa, ma anche oltreoceano.
Se i ragazzi preferiscono restare in Europa, le mete principali sono l’Irlanda, la Spagna, la Danimarca: ma anche Finlandia e Russia. Chi invece ha voglia di spostarsi ancora di più, può arrivare a studiare in Canada, Usa, Argentina. Ma anche in India, Cina e Giappone.
Il programma estivo si articola in 4 settimane, con corsi di lingua, attività sul campo e formazione specifica. L’obiettivo, spiega Intercultura, è quello di “aiutare lo studente, attraverso il sostegno di volontari e formatori, a comprendere la cultura di cui è ospite”.
Al di là delle singole scadenze delle borse sponsorizzate, tutti gli studenti potranno comunque iscriversi fino a febbraio o aprile (in base al programma estivo). Età richiesta: dai 15 ai 18 anni.
Tutte le informazioni sono disponibili nella sezione “Borse di Studio” del sito di Intercultura

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scuola, Università e Ricerca: la rassegna stampa di lunedì 11 gennaio

Next Article

I nuovi corsi online dei Politecnico di Milano: gratuiti e aperti a tutti

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.