Stage Mediatore Europeo: tirocinio per laureati

Stage Mediatore Europeo: il Segretariato del Mediatore Europeo offre la possibilità di svolgere un tirocinio rivolto a laureati.

Stage Mediatore Europeo: il Segretariato del Mediatore Europeo offre la possibilità di svolgere un tirocinio rivolto a laureati.

Il tirocinio si svolge a Strasburgo e prevede una retribuzione mensile di circa 1.400 €.

MEDIATORE EUROPEO

Il Mediatore Europeo è una carica istituzionale comunitaria che consente a chi la riveste di ergersi a difensore civico della Comunità europea. Qualsiasi cittadino dell’Unione, o qualsiasi ente, organizzazione, persona fisica o giuridica che risieda o abbia la sede in uno Stato membro, può rivolgersi al Mediatore Europeo per denunciare casi di cattiva amministrazione che coinvolgono istituzioni e organismi dell’Unione europea.

La figura del Mediatore Europeo è stata istituita dal Trattato sull’Unione europea (Maastricht, 1992) e ha sede a Strasburgo. Il ruolo corrisponde a quello dell’Ombudsman della tradizione scandinava che in Italia equivale al difensore civico.

STAGE MEDIATORE EUROPEO

Il Mediatore Europeo propone due volte l’anno opportunità di svolgere tirocini. Questi sono rivolti principalmente a laureati con un’ottima conoscenza della lingua inglese. Gli stage Mediatore Europeo si svolgono presso gli uffici del Mediatore, a Strasburgo o a Bruxelles, in base alle esigenze degli stessi.

Attualmente sono aperte le selezioni per un tirocinio rivolto a Web Developer che si svolgerà a Strasburgo. A causa dell’emergenza Covid- 19 lo stagista lavorerà principalmente da remoto.

Il tirocinio è retribuito con una borsa di studio di circa 1.400 € mensili.

REQUISITI

Ai candidati si richiede il possesso dei seguenti requisiti:

  • essere cittadini di uno Stato membro dell’UE;
  • non aver beneficiato, per più di otto settimane consecutive o due mesi interi, di un precedente tirocinio retribuito o di un contratto di lavoro presso un’istituzione, un organo, un’agenzia, un ufficio, un servizio, una delegazione, una rappresentanza, compreso l’ufficio di un membro della Parlamento europeo o di un gruppo politico europeo;
  • avere una laurea oppure essere laureandi in Ingegneria del software;
  • avere una conoscenza approfondita di una delle lingue ufficiali dell’Unione europea, inglese o francese, e una buona conoscenza di una seconda;
  • buona conoscenza di Java, Angular e HTML5/CSS3.

La conoscenza di Hibernate, Spring, Javascript, Typescript, SQL, dotNET, C-sharp, MS Sharepoint o MS CRM Dynamics saranno considerate un plus.

DURATA E INIZIO TIROCINIO

Lo stage ha una durata minima di 12 mesi e avrà inizio il 1° marzo 2021.

COME CANDIDARSI

Gli interessati a questa opportunità di stage Mediatore Europeo possono visitare la seguente pagina, dalla quale è possibile prendere visione dettagliata di tutte le informazioni relative al tirocinio. In particolare bisogna scorrere la pagina fino in fondo, al paragrafo “Tirocini” e cliccare su “IT traineeship offer 2021 – Web developer trainee” per accedere al form di presentazione della domanda.

Le domande di tirocinio devono essere presentate in lingua inglese e la prossima scadenza utile per l’invio delle candidature è il giorno 8 febbraio 2021 entro le ore 12.00.

https://corriereuniv.it/2021/01/blue-book-tirocini-commissione-europea-per-amministrativi-e-traduttori/

Leggi anche:

Fondi Ue: 5.000 studenti italiani a scuola di coesione

L’Europa pubblica le linee guida del Recovery Plan, mentre da noi la testa è alla crisi.

Alla ricerca di un lavoro estivo? Puoi diventare accompagnatore per soggiorni all’estero

https://corriereuniv.it/2021/01/studiare-e-lavorare-nel-regno-unito-dopo-la-brexit-il-vademecum/
Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Draghi, Giancarlo Magalli pubblica le foto del liceo: "Proveranno a fargli lo sgambetto"

Next Article

Bando 2021 per 187 Tirocini Ministero degli Esteri, MIUR e CRUI

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.