Squillante: si alla formazione classica

La prof.ssa Marisa Squillante è il neo-Presidente del Corso di laurea in lettere classiche della Federico II di Napoli.

Il Corso di laurea in lettere classiche della Federico II di Napoli ha un nuovo Presidente: è la professoressa Marisa Squillante, già docente di letteratura latina presso l’ateneo.
Coordinatrice Erasmus Sorbonne Paris IV ed Erasmus Jean Moulin Lyon 3 si dice da subito favorevole all’internazionalizzazione come pratica di rivalorizzazione degli insegnamenti classici ma soprattutto come possibilità (per gli studenti) di varcare nuovi confini in cui una laurea umanistica apre tante interessanti strade. “So bene che il percorso che mi appresto ad iniziare è duro. Nelle università campane e in quelle italiane si vive una profonda fase di transizione che diventa ancor più complicata nel contesto classico” ha dichiarato la prof.ssa Squillante.
Le difficoltà di inserimento lavorativo per coloro che provengono da studi classici possono sembrar tante ma la docente ci ha spiegato quali sono le ragioni per cui uno studente dovrebbe continuare a scegliere un corso di laurea di questo genere. “E’ vero che un laureato in medicina o giurisprudenza ha una certezza in più grazie all’albo professionale, ma il laureato in materie classiche, se competente, ha altrettante possibilità occupazionali” ha affermato il neo-Presidente. E allora, come motivare uno studente a intraprendere questo indirizzo? “Oggi le possibilità sono aumentate rispetto agli anni passati. Lo studente potrà, ad esempio, inserirsi in organigrammi televisivi come è capitato a tre miei laureati che qualche anno fa ho trovato in un programma televisivo dove anch’io lavoravo. E posso assicurare che non provenivano da famiglie note, erano semplicemente ragazzi impegnati e costanti nel lavoro e nello studio” ha raccontato la docente.
“Se l’allievo è capace e sfrutta tutta le possibilità che l’ateneo offre, anche in un periodo di crisi come questo, i risultati possono essere tanti” ha concluso la prof.ssa Squillante.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La banca studia con gli studenti

Next Article

Spina dorsale della biodiversità a rischio

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".