Sostituzioni estive con Poste Italiane

assunzioni da Poste

Assunzioni a Poste Italiane Contratto a tempo determinato a 1.190 euro mensili. Corsia preferenziale per i giovani. Incerto il numero dei posti disponibili; l’anno scorso furono 1500

Poste italiane assume personale per il periodo compreso tra metà luglio e l’inizio di ottobre.

Come ogni anno l’azienda postale rinforzerà il proprio organico durante il periodo estivo, anche se al momento non sono disponibili i numeri di questa operazione.

Nell’estate del 2012 furono assunti 1500 dipendenti, numeri che fanno ben sperare anche per quest’anno.

I neoassunti firmeranno un contratto a tempo determinato per 1.190 euro mensili; unico vincolo rilevante è il non aver mai lavorato per Poste italiane, condizione utile all’azienda per evitare successivi obblighi di assunzioni a tempo indeterminato.

Altri requisiti richiesti sono la capacità di guidare il Liberty Piaggio 125 a pieno carico e la disponibilità al lavoro su turni.

Le figure ricercate sono le solite: postini, portalettere e addetti allo smaltimento postale.

Per partecipare alla selezione occorre candidarsi sul portale di Poste italiane, alla voce Lavora con Noi, dove sarà possibile caricare il proprio curriculum.

Nel prelevare i candidati dal proprio database, l’azienda privilegia i giovani, che saranno successivamente contattai per un colloquio motivazionale.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il ministro Carrozza punta sull'orientamento: "Il momento della scelta è decisivo per gli studenti"

Next Article

Rolling Stone Magazine: in copertina l'attentatore di Boston

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.