Sognando… Roma Tre-Luiss

Ultimo atto del Campionato di Calcio a 5 femminile delle Università di Roma. se lo contenderanno Roma Tre e Luiss.

L’ultimo atto del Campionato di Calcio a 5 femminile delle Università di Roma se lo contenderanno Roma Tre e Luiss.
La finalissima che chiuderàa quarta edizione della manifestazione andrà in scena questa sera, martedì 20 aprile 2010, al Palazzetto dello Sport di Fiumicino.
Le ragazze guidate in panchina da Cinzia Carbonara proveranno a difendere il titolo conquistato nel 2009, mentre le giocatrici allenate da Raffaele Tenuta cercheranno con ogni mezzo di vendicare (sportivamente) l’1-4 della stagione scorsa. Un risultato che ancora brucia nello spogliatoio luissino e le studentesse della Guido Carli sono pronte a riscattarlo.
Sulla carta il match sembrerebbe non avere storia (Roma Tre quest’anno ha infilato 11 vittorie in altrettanti incontri e sconfitto già due volte le rivali nella prima fase a girone) ma la retorica in questi casi suggerisce che una finale è sempre una finale, una partita a sé dove il pronostico della vigilia lascia il tempo che trova. Carbonara strizza l’occhiolino al ruolo di favorita della sua compagine.
“L’etichetta di favoriti ci fa piacere e ce la teniamo stretta. È un dato di fatto ma pesa: avremo più responsabilità e se perderemo sarà solo per colpa nostra. Ma giocheremo per vincere”. Alla prudenza delle orange, fa da contraltare la convinzione della Luiss che promette battaglia. “Le nostre ambizioni – ha detto Massimo Schirinzi, rappresentante sportivo degli studenti della Luiss – vanno oltre un secondo posto, quindi il nostro obiettivo è arrivare primi. Già dall’inizio della stagione ci siamo resi conto di essere una delle migliori squadre di questo torneo; i nuovi innesti hanno saputo subito amalgamarsi con il resto della squadra, creando un gruppo molto unito e temuto dalle nostre avversarie. Siamo sempre più convinti che vinceremo questo torneo”.
Mister Tenuta si affiderà alla vena realizzativa di Serena La Ruffa (già 22 le reti messe a segno dalla studentessa quest’anno), Roma Tre spera invece nelle magie di Gaia Ciccarelli e Francesca Madonna per scardinare la difesa avversaria. Su una cosa sono tutti d’accordo: a prescindere dal verdetto finale, sarà una gara da non perdere, ricca di emozioni e spettacolo.
Il programma della serata prevede anche altre due sfide: si comincia alle ore 19 con l’incontro per il 5° e 6° posto tra Lumsa e American University of Rome, a cui seguirà la finalina per il 3° e 4° posto tra John Cabot University e Campus Bio-Medico. A conclusione dei match ci saranno le premiazioni per tutte le squadre che hanno preso parte alla manifestazione sportiva durante la stagione: sarà Paolo Anedda, presidente della Time Sport e organizzatore del Campionato, a incoronare il miglior portiere, la migliore giocatrice e il capocannoniere.
Edoardo Massimi

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Genova, un esempio di Università

Next Article

Youth Opportunities

Related Posts
Leggi di più

Università, Messa: “Episodi concorsi isolati”

"La comunità scientifica è una comunità sana. Ha anticorpia sufficienza per reagire e autoregolarsi, ma deve misurarsi tra le altre cose con una realtà che fatica a trovare il giusto equilibrio tra trazione e innovazione, e a definire cosa caratterizzi il merito in maniera obiettiva, rendendo prossima allo zero l'ineludibile discrezionalità della scelta", parole della ministra Cristina Messa