Sindaci e Governatori, i più amati: De Luca a Salerno e Rossi alla regione Toscana

Il sondaggio annuale del Sole 24 Ore sul gradimento dei leader di Comuni e Regioni: le pagelle ai politici locali mostrano un rilevante crollo di fiducia.  Consenso giu’ in oltre il 60% delle amministrazioni – Bene Pisapia (Milano) e Tosi (Verona).

Il crollo della fiducia dei cittadini negli amministratori locali e’ quasi generalizzato. Rispetto al giorno in cui sono stati eletti, i sindaci perdono in media 5 punti percentuali di consenso, e i Governatori ne perdono 3. Bocciati quindi sindaci e governatori. A salvarsi e’ solo un amministratore locale su tre, e spesso le dinamiche migliori sono realizzate da chi e’ stato eletto nelle ultime amministrative (e forse sfrutta l’onda lunga della campagna elettorale). La tendenza emerge chiara dalla nuova edizione del Governance Poll, che come ogni anno Ipr Marketing realizza per il Sole 24 Ore per misurare il consenso di sindaci e presidenti di Regione.

Tra i primi, torna in testa Vincenzo De Luca, di Salerno; ottengono buoni risultati Pisapia a Milano e Doria a Genova oltre al veronese Flavio Tosi. Tra i Governatori vince Enrico Rossi (Toscana), mentre Vasco Errani (Emilia Romagna) ottiene il miglioramento piu’ netto (3,9%) rispetto al voto. Domani tutte le classifiche sul Sole 24 Ore con un commento di Stefano Foll

 

Ma il dato piu’ importante rilevato dal sondaggio Ipr e’ il calo di credibilità della classe politica nazionale che incide anche nel consenso agli amministratori locali che nel corso del 2012, complessivamente, hanno diminuito il proprio livello di attrazione, tranne poche eccezioni.

“Negli anni precedenti, invece – sottolinea il direttore di Ipr Antonio Noto -erano proprio i governi locali a tenere saldo il consenso dei cittadini”. Tutto il trio di testa della classifica dei sindaci infatti diminuisce il proprio consenso rispetto al giorno delle elezioni.

Tra le grandi città si fa notare l’incremento sia del primo cittadino di Milano, Giuliano Pisapia, che oggi è al 60% con un +4,9% dal giorno delle elezioni che del sindaco di Genova, Marco Doria, oggi al 63% con +3,3% dallo scorso maggio quando fu eletto. Invece cala il consenso al Sindaco di Napoli Luigi De Magistris che l’anno scorso risultò vincente nella classifica del Governace Poll ma oggi scende al 59%. In calo anche il primo cittadino grillino di Parma Pizzarotti che in pochi mesi perde il 7% scendendo al 53%. Stabili sia Piero Fassino (Torino, 58%), che Virginio Merola (Bologna, 52,5)

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Le professioni perdono appeal sui laureati

Next Article

Migliaia di studenti tornano in classe ed è già conto alla rovescia per le prossime feste

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.