Si laurea a 85 anni, sarà il laureato triennale più anziano d’Italia

laurea a 85 anni

Laurearsi a 85 anni. Succede all’Universita’ di Messina: protagonista l’avvocato Carmelo Puglisi, che domani alle 11,30, nell’aula magna del dipartimento di civilta’ antiche e moderne (ex facolta’ di lettere), Polo Universitario dell’Annunziata, discutera’ la tesi con la prof. Rosa Santoro nell’ambito del corso di laurea triennale in Storia”.

L’avvocato Puglisi sara’ cosi’ il laureato triennale piu’ anziano dell’Ateneo e il secondo d’Italia. Due giorni fa, infatti, la signora Anna Valanzuolo, 86 anni si e’ laureata all’Universita’ Federico II di Napoli.

L’elaborato che discutera’ di fronte alla commissione avra’ per titolo: ”Agli albori dell’identita’ europea: Romani e Barbari nella Germania di Tacito”.

Per l’Ateneo peloritano, guidato dal rettore piu’ giovane d’Italia, Pietro Navarra di 45 anni, una ricorrenza particolare ”che simboleggera’ l’unione tra innovazione e tradizione”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Università di Siena su iTunes

Next Article

Boom di acquisto di crema vaginale, effetti straordinari sul viso

Related Posts
Leggi di più

Sesso con uno studente disabile: a processo una professoressa di sostegno

Si tratta di una docente di un istituto superiore in provincia di Firenze. I fatti risalgono al 2019 quando il ragazzo non era ancora maggiorenne. La donna, dopo il rapporto sessuale consumato all'interno dell'istituto scolastico, avrebbe chiesto allo studente di non raccontarlo a nessuno.
Leggi di più

Gli studenti rispondono a Bianchi: “Vergogna, bugiardo”

Non tarda a farsi sentire la reazione degli studenti alle dichiarazioni del Ministro, che ha dichiarato ieri di voler costruire una riforma della scuola in maniera “affettuosa". I sindacati verso lo sciopero del 30 maggio contro il decreto 36
Leggi di più

“Incompetente ed esibizionista”: ecco cosa pensano i giovani della politica italiana

Presentato il decimo rapporto dell'Osservatorio permanente sui giovani della Link Campus University. La ricerca ha interessato 5mila giovani tra i 16 e i 19 anni. La maggior parte di loro sono delusi dal mondo delle istituzioni ma vorrebbero una donna come Presidente della Repubblica. "I fondi del PNRR? Utilizziamoli per riparare ai danni psicologici provocati dalla DaD".