Secondo giorno di conclave. A breve sapremo se la Chiesa ha il suo nuovo Papa

Schermata 2013-03-13 a 10.21.24

Dalle 9:30 i 115 cardinali elettori sono riuniti nella Cappella Sistina per il secondo giorno di Conclave. Dopo la preghiera dell’ora media, i porporati sono chiamati a procedere al secondo turno di votazione per eleggere il nuovo Pontefice. E con il trascorrere dei minuti cresce l’attesa in piazza San Pietro e nel mondo intero: si guarda al comignolo posto sul tetto esterno della Sistina e da dove arrivera’ il segnale di fumo bianco o nero. Una telecamera del Centro Televisivo Vaticano e’ costantemente puntata su quel comignolo, cosi’ da dare immediatamente e in diretta l’esito della votazione.

Nel caso fosse positivo, allora gia’ intorno alle 10:30 ogni attimo potrebbe essere quello buono per l’evento atteso; in caso contrario non ci sara’ fumata nera, ovvero queste schede verranno distrutte e bruciate dopo la seconda votazione e per il risultato bisognera’ attendere mezzogiorno, quando comunque ci sara’ il segnale: se nero, allora vorra’ dire che sono state bruciate le schede di entrambe le votazioni; se bianco, allora significhera’ Papa eletto alla seconda votazione delle due previste in mattinata.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Adocchia il tirocinio giusto!

Next Article

Università, iscrizioni in caduta libera

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).