Se dieci lauree vi sembran poche

dieci.jpgL’impresa ha dell’incredibile e, probabilmente, farà entrare il suo protagonista anche nel Guinness dei Primati. A 76 anni il dottor Leonardo Altobelli si è laureato in Biotecnologie presso l’Università di Foggia, ottenendo la sua decima pergamena accademica. Una vita dedicata allo studio quella del plurilaureato nato a Troia in Capitanata (Fg), città di cui è stato anche sindaco.
Altobelli – che è stato medico di famiglia (ora in pensione) – trascorre le sue giornate tra i libri del suo studio, ma non lo fa in modo maniacale. «Studio solo quando c’è da dare un esame – afferma il dieci-volte-laureato troiano – altrimenti il mio tempo lo dedico ad altre attività».
La sua prima laurea è stata quella in Medicina alla quale hanno fatto seguito quelle in Giurisprudenza, Scienze Politiche, Lettere, Filosofia, Scienze dell’Educazione, Agraria, Scienze Turistiche, Scienze Storiche e Sociali e, l’ultima, in Biotecnologie.
Tante le lodi conseguite nel corso degli esami e delle lauree, e molti i voti che hanno superato il 100. A sostenerlo in tutti questi anni è stata la sua famiglia: le sorelle Giuseppina e Grazia, i figli e la moglie. Ora non esclude altre performance e a chi gli chiede quale consiglio dare ai ragazzi poco volenterosi dice: «Siate seri. Fatelo con passione e serietà. È il modo migliore per accostarsi allo studio prima e per entrare nel mondo del lavoro poi».
Una ricetta antica e sempre valida. Antica come il suo metodo di studio: nonostante l’età, Altobelli si affida quasi esclusivamente alla sua memoria e a ricerche su materiale cartaceo. Il computer? «Quello non lo uso».

Manuel Massimo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Influenza e rinvio riapertura scuole, il parere degli esperti

Next Article

Bari, Matematica bestia nera degli "economisti"

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).