Scuola, sciopero delle attività aggiuntive dal 9 al 18 aprile

“Uno sciopero delle attività non obbligatorie dal 9 aprile al 18 aprile per tutto il personale docente ed Ata della scuola”, è quello proclamato dai sindacati Flc-Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda Unams.
Stop quindi alle attività aggiuntive oltre l’orario obbligatorio, retribuite con il fondo per il miglioramento dell’offerta formativa. Astensione dalle ore per l’attuazione dei progetti e degli incarichi di coordinatore retribuite con il Mof. dalla sostituzione e dalla collaborazione con il dirigente scolastico e di ogni altro incarico aggiuntivo. Saranno bloccati, inoltre, i corsi di recupero, le attività complementari di educazione fisica e avviamento alla pratica sportiva.
Il personale Ata, si legge nella nota del MIUR, si asterrà dalle attività aggiuntive oltre le 36 ore settimanali. Inoltre ci sarà l’astensione da tutte le attività previste tra quelle rientranti nelle posizioni economiche (I e II grado) e negli incarichi specifici; l’astensione dall’intensificazione dell’attività nell’orario di lavoro relativa alla sostituzione dei colleghi assenti. Nessuna sostituzione nei servizi generali e amministrativi.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Kenia, strage all'Università: 147 morti e 30 feriti

Next Article

La rassegna stampa di giovedì 2 aprile

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".