Scuola, Miur pensa a nuova laurea abilitante per i prof per accesso ai concorsi

Il sottosegretario al Miur, Lucia Azzolina, ha rilasciato un’intervista al ‘Sole 24 ore‘, all’interno della quale ha parlato di una nuova laurea abilitanti per i professori, laurea che permetterebbe di accedere ai prossimi concorsi e di venire assunti.
Lucia Azzolina a ‘Il Sole 24 ore’
‘Penso a una laurea triennale per imparare i fondamenti della disciplina – ha dichiarato l’esponente del Movimento 5 Stelle – una laurea a cui aggiungere una laurea specialistica abilitante per chi decide di insegnare. Perché non si può decidere di fare l’insegnante da giovane come accade per altre professioni? Per me è inconcepibile iniziare a farlo a 50 anni. Ma serve un percorso certo per arrivarci.’
Nuova abilitazione
L’ipotesi è quella di una laurea disciplinare uguale per tutti, per la specialistica abilitante, invece, non si continuerebbe a studiare la disciplina, ma come la disciplina va insegnata. Lucia Azzolina ha parlato anche di ‘numero chiuso’: ‘Me la immagino collegata alle esigenze di programmazione: quanti insegnanti andranno in pensione, quanti ne servono, dove. Una parte di formazione dovrà essere di tirocinio nelle scuole con l’affiancamento di un docente tutor. Lucia Azzolina, comunque, ritiene che si tratti di un progetto che andrà sviluppato parlando bene con i docenti e con le università.
La nuova abilitazione, secondo il sottosegretario al Miur, garantirebbe agli studenti di ‘avere insegnanti motivati e se possibile pagati anche di più. Questo sistema può essere un modo per riconoscere finalmente la professionalità dei docenti. Va capito, in questo paese, che i docenti formano i cittadini e che in base a come li formano il paese può cambiare’.
scuolainforma

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Reclutamento, Azzolina: “Sì a laurea abilitante per i docenti”

Next Article

Riscatto degli anni universitari di laurea, ecco quando conviene

Related Posts
Leggi di più

Tamponi a scuola, dal Governo arriveranno 92 milioni di euro ma i presidi attaccano ancora: “Le Asl non sono in grado di tracciare i contagi in classe”

Continua lo scontro tra il Ministero dell'Istruzione e i dirigenti scolastici ormai stremati dall'enorme carico di lavoro dovuto alla gestione dei casi Covid all'interno dei loro istituti. La sottosegretaria Barbara Floridia promette procedure più snelle e nuove risorse per far fronte all'emergenza. Giannelli (Anp): "Presidi ormai allo stremo".
Leggi di più

Si studiano le materie STEM e solo per quattro anni: nasce il Liceo per la Transizione ecologica e digitale

Si chiamerà T.E.D. ed è il nuovo liceo pensato dal Ministero dell'Istruzione per formare e preparare i ragazzi alle sfide che la transizione ecologica e digitale impone anche nel nostro Paese. Le scuole interessate da questa novità sono 27 in tutta Italia e collaboreranno con le università e le aziende del Consorzio Elis. Per iscriversi c'è tempo fino al 28 gennaio.